Salute

Psicologia: dal bebé all'amore, top ten delle prime volte in cuore italiani

Roma, 4 ago. (AdnKronos Salute) - 'Prime volte' indimenticabili, che restano impresse per sempre nella testa o nel cuore delle persone. Per un italiano su 2 (52%) il primo amore rappresenta uno dei momenti più significativi della vita, insieme alla nascita del primo figlio (46%). Ma se questi eventi si legano inevitabilmente alle emozioni del cuore, al terzo posto si inserisce la prima vittoria (45%), dopo aver conquistato un obiettivo concreto. Il primo morso a un cibo desiderato o sconosciuto (41%) resta impresso nella mente, mentre il primo viaggio senza la famiglia (38%) e’ un altro elemento che segna la crescita.

E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Maxibon 360° in occasione della campagna social #PrimoMorsoDay, giornata dedicata alle prime volte indimenticabili, che si celebra il 4 agosto. Lo studio e’ realizzato su un panel di circa 4500 italiani tra i 18 e i 65 anni, realizzata con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate per scoprire quali sono le prime volte indimenticabili per gli italiani.

"Questi momenti ci rimangono impressi, perché hanno una forte connotazione emotiva che lascia una traccia indelebile nella nostra memoria – afferma lo psichiatra Michele Cucchi, direttore sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano - Il 'Chi ben incomincia è a metà dell'opera' ha tanti motivi per essere considerato un detto saggio, ma anche le prime brutte esperienze hanno un valore importante in quanto fonti di preziosi insegnamenti. Dobbiamo valorizzarle anche se hanno una valenza emotivamente critica".

"E' sempre possibile recuperare e spesso, soprattutto nelle relazioni, partire in sordina permette di custodire legami anche più duraturi. Per essere speciale - prosegue Cucchi - la prima volta deve avere uno stato mentale di forte coinvolgimento, ma allo stesso tempo non ci devono essere troppe aspettative che generano solo ansia. Ricordiamoci che la nostra mente può essere davvero creativa, ma la realtà non sarà mai come ce la siamo immaginata e se abbiamo pazienza e non la bruciamo con castelli in aria di come dovrebbe essere per essere perfetta... ci stupirà sempre in meglio".

Allora quali sono le prime volte più significative per gli italiani? Sul gradino piu’ alto del podio si posiziona il primo amore (52%). Diventare genitori per la prima volta (46%) e’ un’altra di quelle emozioni indescrivibili che aprirà per sempre un nuovo capitolo della propria vita. Al terzo posto troviamo la prima vittoria (45%). Sportiva o personale, riempie l’animo di orgoglio e felicità. Il primo morso ad una pietanza (41%) rappresenta un gesto naturale che si compie ogni giorno, ma che in determinate situazioni diventa rivelatore.

Un'altra esperienza che segna un passaggio fondamentale nella vita di un giovane e’ il primo viaggio da soli (38%). Ma anche il primo matrimonio (35%) rappresenta un giorno di festa e speranza. Se poi l'amore e’ al primo posto, il primo bacio (32%) segue a breve distanza. Anche la prima macchina (27%) non si scorda mai. Mentre andare per la prima volta allo stadio (25%) e’ ritenuto da molti un forte momento di piacere, che resta impresso nella mente di tutti i tifosi. Infine il primo giorno di scuola (21%), che non si scorda mai: così si entra in un nuovo mondo, si abbandona la leggerezza dei primi anni di vita per entrare lentamente nel mondo reale.

Ecco la top 10 delle prime volte indimenticabili:

1) IL PRIMO AMORE (52%)

2) LA NASCITA DEL PRIMO BAMBINO (46%)

3) LA PRIMA VITTORIA (45%)

4) IL PRIMO MORSO A UN NUOVO CIBO (41%)

5) IL PRIMO VIAGGIO SENZA LA FAMIGLIA (38%)

6) IL PRIMO MATRIMONIO (35%)

7) IL PRIMO BACIO (32%)

8) LA PRIMA MACCHINA (27%)

9) LA PRIMA VOLTA ALLO STADIO (25%)

10) IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA (21%)

4 agosto 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us