Salute

Psichiatria: esperto, sessualità ambigua può far scattare sadismo e violenza

Uno dei ragazzi coinvolti nell'omicidio di Luca Varani avrebbe scritto di voler diventare donna

Roma, 9 mar. (AdnKronos Salute) - Un sessualità confusa, disturbata e vissuta in maniera problematica "può incidere in maniera enorme, portare frustrazione e insoddisfazione, aumentando il carico di aggressività che può essere scaricato su altri soggetti anche con una violenza improvvisa. In questi casi ci troviamo di fronte ad un disturbo grave dell'indentità di genere unito ad una omosessualità egodistonica, elementi che incidono sull'equilibrio psicopatologico e possono portare l'individuo ad un tentativo di 'automedicazione' con sostanze psicoattive come la cocaina". E' il commento di Massimo Di Giannantonio, psichiatra dell'università di Chieti, sull'omicidio di Luca Varani a Roma e su quanto affermato da uno dei due ragazzi coinvolti, Marc Prato, che in alcuni messaggi prima di tentare il suicido avrebbe scritto di voler diventare donna.

"In questi soggetti l'uso di alcol, superalcolici e droghe - aggiunge lo psichiatra all'Adnkronos Salute - altera profondamente la realtà. Ma attenzione, per quanto riguarda la giurisprudenza psichiatrica forense si deve ricordare che l'utilizzo di sostanze psicoattive per scopo criminale addirittura si può trasformare in un'aggravante specifica".

Secondo l'esperto nel caso dei due ragazzi coinvolti nell'omicidio di Luca Varani per appellarsi all'infermità mentale "occorre verificare due questioni molto importanti - spiega Di Giannantonio - una è il grado di tossicodipendenza dei soggetti, se sono consumatori abituali, o se hanno preso farmaci prescritti da specialisti. L'altra è se l'accoppiamento alcol-droghe era saltuario. Per farlo - conclude - occorrono analisi accurate per scoprire la quantità di sostanze psicoattive in circolo nell'organismo durante la violenza".

9 marzo 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us