Salute

Il Nipah e altri virus non ci hanno insegnato nulla

Il Nipah, un virus che affligge da anni alcune regioni dell'Asia, le pandemie di SARS (2002), MERS (2012), CoViD-19: le lezioni che non abbiamo imparato.

Uccide tre quarti degli infetti, è conosciuto da vent'anni ma non ha ancora né un vaccino né una cura: è il virus Nipah (NiV, Nipah virus), un patogeno zoonotico (ossia che ha fatto il salto di specie, o spillover, da animale a uomo) che affligge la popolazione asiatica, in particolare il Bangladesh.

Il Nipah e il SARS-CoV-2, il virus che causa la CoViD-19, hanno alcuni punti in comune: sono entrambi virus generalisti (possono infettare diverse specie animali) e sembrano derivare dai pipistrelli. Partendo da uno studio pubblicato su PNAS, che indaga le origini di Nipah, Stephen Luby, uno degli autori, ci aiuta a capire in che modo questo virus esotico e lontano ci può insegnare qualcosa sul SARS-CoV-2 e sulla covid.

Convivenza forzata. Come la covid, l'infezione da Nipah virus è il prodotto di una società che sfrutta sempre di più le risorse del territorio, distruggendo habitat e costringendo gli animali selvatici a vivere più a contatto con gli umani. In Bangladesh il contagio avviene attraverso la linfa della palma, bevanda di cui sono ghiotti i pipistrelli Pteropus medius, che la infettano durante la raccolta, e i bengalesi che si ammalano. «I cambiamenti che l'uomo ha apportato all'ambiente hanno aumentato l'interazione tra umani e pipistrelli», spiega Luby: «questi ultimi sembrano preferire i territori antropizzati, probabilmente per la maggior facilità con cui trovano cibo, come la linfa della palma.»

salto di specie. I virus esotici come il Nipah ci sembrano lontani: non li vediamo come una minaccia. Ma se è vero che l'infezione da Nipah è (per ora) circoscritta a un'area ristretta dell'Asia, è anche vero che la covid ci ha insegnato che un salto di specie locale, complice la globalizzazione, può trasformarsi in una pandemia mondiale.

Per questo, sottolinea Luby, è fondamentale prevenire il rischio di futuri spillover anche attraverso l'imposizione, se necessario, di nuove regole: «Se la Cina, a seguito delle pandemie di SARS nel 2002 e MERS nel 2012, avesse chiuso tutti i suoi mercati di animali vivi, il 2020 si sarebbe potuto concludere in modo ben diverso», sottolinea Luby. Nell'ambito della prevenzione, lo studio suggerisce anche di evitare per quanto possibile il contatto con i pipistrelli, troppo spesso fonti di nuovi virus: nel caso di Nipah, ad esempio, potrebbero essere utili delle protezioni in bambù durante la raccolta della linfa della palma, per impedire che i pipistrelli si avvicinino al liquido, contaminandolo.

12 dicembre 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us