Salute

Pesticidi, guerre e geni

Ecco dove agiscono i pesticidi; e gli agenti nervini utilizzati in guerra.

Pesticidi, guerre e geni
Ecco dove agiscono i pesticidi; e gli agenti nervini utilizzati in guerra.

Risonanza magnetica di un cervello umano che mostra i danni procurati da pesticidi organofosfati. Le cavità all'interno del cervello (i ventricoli) si sono molto ampliati.
Risonanza magnetica di un cervello umano che mostra i danni procurati da pesticidi organofosfati. Le cavità all'interno del cervello (i ventricoli) si sono molto ampliati.

Si sospettava da tempo che alcuni pesticidi potessero colpire il patrimonio genetico delle “vittime”, ma no si avevano le prove. Ora alcuni ricercatori dell'istituto Salk, di La Jolla, in California, hanno pubblicato su Nature Genetics un articolo in cui svelano uno dei geni colpiti dal pesticida; il nome è NTE (cioè Neuropathy target esterase, cioè esterasi bersaglio della neuropatia) e la sua mancanza o inibizione hanno una profonda influenza sul funzionamento del sistema nervoso.
Tra le sindromi neurologiche in cui è implicati l'NTE ci sono disordini dell'attenzione e dell'iperattività, il Parkinson e anche la sindrome della guerra del golfo, che ha colpito i soldati statunitensi e britannici dopo la guerra del 1991.
Veleni bellici. L'istituto di ricerca ha studiato l'effetto di alcuni pesticidi, che possono essere usati in agricoltura ma anche come base per terribili agenti bellici, su topi privi di questi geni, oppure su altri che ne avevano una o due copie nel patrimonio genetico. In tutti i casi i pesticidi influenzavano pesantemente la gravidanza o il comportamento dei topi, facendo sorgere in alcuni di essi sindromi simili a quelle che colpiscono l'uomo, come disordini dell'attenzione e morbo di Parkinson.
Non si conoscono bene le azioni di questo gene particolare, ma sembra che sia attivo in alcune zone del cervello che controllano i movimenti, come l'ippocampo, il cervelletto e il midollo spinale.

(Notizia aggiornata al 20 marzo 2003)

18 marzo 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us