Speciale
Domande e Risposte
Salute

Perché troppa fame ci rende nervosi?

Quando si ha fame le cose semplici possono diventare difficili, si fanno errori stupidi... ed è anche più difficile sopportare gli altri! Ecco perché.

Tutti sappiamo bene che la troppa fame ci rende un po' nervosetti, fino a diventare persino irascibili. Possibile che oggi, a milioni di anni di distanza dal primo ominide, col 5G, gli smartphone e l'acqua calda, tirarla in lungo senza mettere nulla in bocca ci faccia questo scherzo? Sì, ci dice la scienza, perché non è questione di evoluzione e cultura, ma di chimica: la mancata assunzione di cibo per un tempo prolungato provoca nel flusso sanguigno una carenza di diversi nutrienti, tra i quali il glucosio. Il cervello, strettamente dipendente dal glucosio per mantenersi attivo, ne interpreta la riduzione come una minaccia per la sopravvivenza e quindi aumenta la produzione di ormoni come l'adrenalina (che tra l'altro porta aggressività), che innalzano i livelli di glucosio nel sangue.

 

Perché troppa fame ci rende nervosi?
Questa notizia è liberamente tratta da Focus Domande e Risposte 63. © Focus D&R

Inglesi arrabbiati. Nel mondo anglosassone esiste una parola per definire il nervosismo da digiuno: hangry, un mix tra hungry (affamato) e angry (arrabbiato).

«A differenza di molti altri organi - spiega Amanda Salis, dell'Università di Sydney - il cervello dipende dal glucosio per lavorare. Quando si ha fame le cose semplici possono diventare difficili, si fanno errori stupidi, i movimenti rallentano e anche le parole possono diventare confuse. Ed è anche è più difficile sopportare gli altri...»

16 marzo 2020 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us