Salute

Perché si formano le rughe sul viso? Forse è colpa di batteri che vivono sulla nostra faccia

Nel microbioma facciale sono stati identificati alcuni batteri che potrebbero essere responsabili della diminuzione del collagene e della comparsa delle rughe.

Se c'è una cosa di cui siamo certi è che con l'età spuntano anche le rughe. Diversi fattori ne favoriscono l'insorgenza: la genetica sicuramente ma anche lo stile di vita, dal fumo all'eccessiva esposizione ai raggi solari al modo in cui dormiamo. Uno studio pubblicato su Bioxriv in preprint (ovvero non ancora sottoposto a revisione da parte della comunità scientifica) ha indagato un altro aspetto che potrebbe influenzarne la comparsa: il microbioma cutaneo, ovvero l'insieme di funghi, batteri, virus e acari che risiedono sulla nostra pelle.

Lo studio. La ricerca ha coinvolto 51 donne bianche di Parigi − la metà tra i 20 e i 26 anni di età, l'altra metà tra i 54 e i 60 anni di età – e ne ha analizzato il microbioma facciale prelevando alcuni campioni dalle guance. Oltre a individuare i diversi microrganismi che vivevano sui volti delle signore francesi, i ricercatori hanno preso in considerazione anche altri parametri dell'invecchiamento cutaneo, tra cui la quantità e la qualità del collagene, una proteina che dona elasticità alla pelle e diminuisce con l'aumentare dell'età.

Batteri. L'analisi ha fatto emergere strutture del microbioma diverse nelle donne più giovani e in quelle più anziane: «La maggior parte di queste differenze possono essere attribuite alla variazione dei parametri biofisici, in particolare del collagene», sottolinea al New Scientist Julia Oh, una degli autori. Sulla pelle di tutte le donne studiate sono state ritrovate tre principali specie di batteri: il Cutibacterium acnes, lo Staphylococcus epidermidis e il Corynebacterium kroppenstedtii. Mentre il primo era più abbondante nel gruppo più giovane, gli altri due erano comuni nelle pelli più mature.

Correlazione incerta. Gli autori suggeriscono dunque che esista una correlazione tra queste due specie e la diminuzione di collagene con l'età: si tratta però, almeno per ora, di supposizioni. I batteri potrebbero infatti non essere la causa della perdita di collagene, ma una conseguenza della sua mancanza e del cambiamento nel microbioma cutaneo.

Il ruolo degli antibiotici. Un altro aspetto interessante emerso dalla ricerca è che le persone più anziane avevano un numero maggiore di geni di resistenza agli antimicrobici: «Chi è più anziano è stato esposto a una maggiore quantità di antibiotici, e i microbi possono acquisire i geni di resistenza agli antibiotici dall'ambiente e dagli altri microbi», spiega Oh. «L'uso degli antibiotici può certamente cambiare le caratteristiche del microbioma, che a sua volta può avere effetti sulla pelle».

Dato l'esiguo numero di persone coinvolte nello studio e la loro scarsa eterogeneità, è necessario senza dubbio effettuare ulteriori ricerche per confermare questi risultati. Il prossimo passo, conclude Oh, è cercare di individuare esattamente quali batteri influiscono sulla produzione di collagene.

5 marzo 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us