Salute

Perché nelle grandi città l'influenza dura di più?

Nelle grandi città la stagione dell'influenza dura più a lungo che nei piccoli centri. Tanto per cominciare, a causa della maggior densità della popolazione... 

Chi vive nelle grandi città si rassegni: ha più probabilità di ammalarsi perché l'influenza dura di più. Anche se, sian ben chiaro, non esistono metropoli più o meno sicure. È quanto rivela una ricerca basata su un'analisi di tipo statistico pubblicata sulla rivista Science che, per studiare come si propaga il virus dell'influenza, ha evidenziato un periodo di contagio più breve nelle piccole città rispetto alle grandi.

In generale, infatti, a consentire la propagazione del virus è il minore grado di umidità tipico dell’inverno, ma nelle metropoli contano molto anche l’elevata densità della popolazione e la sua mobilità. Due fattori che prolungano la stagione dell’influenza rispetto alle condizioni climatiche già propizie alla malattia.

Focus Domande e Risposte
L'articolo è stato tratto ed elaborato dal nuovo Focus D&R in edicola (n° 59). © Focus Domande e Risposte

Più siamo, peggio è. Se, infatti, è dimostrato che la bassa umidità consente al virus di sopravvivere per un tempo maggiore nell’aria e di diffondersi tra la gente, è pur vero che gli effetti sono diversi a seconda della dimensione delle città: ha un peso rilevante nei centri meno popolati, mentre nelle metropoli ha più importanza la circolazione di un elevato numero di persone, causa di una grande quantità di contatti tra individui infetti.

Queste informazioni potrebbero aiutare a definire strategie con cui combattere i picchi di influenza, che spesso mettono in ginocchio il servizio sanitario.

16 gennaio 2019 Focus Domande e Risposte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us