Speciale
Domande e Risposte
Salute

Perché il naso ha due narici (se poi confluiscono)?

Ecco come funziona il naso che, grazie a un meccanismo molto particolare, ci permette di percepire odori e fragranze in modo molto preciso.

Il nostro naso ha due narici. E fin qui, si sa. Ma c'è una domanda che, forse, non vi siete mai fatti: dato che poi confluiscono, perché mai le narici sono due? Perché, in realtà, ne usiamo una per volta, scambiandole tra loro involontariamente a intervalli di alcune ore. Ed è proprio questo meccanismo che ci permette, in teoria, di distinguere in maniera molto raffinata gli odori.

Due narici per due odori. A questa conclusione, affatto scontata, la scienza è arrivata da tempo. Tra i primi, alcuni ricercatori della Stanford University che hanno pubblicato i risultati del loro studio sulla rivista scientifica Nature. L'esperimento dell'Olfactory Research Group consisteva nel fare odorare a dei volontari alternativamente dalle due narici una miscela in parti uguali di due composti, uno (L-carvone) che ricorda la menta piperita e viene assorbito velocemente dalla mucosa nasale e l'altro (ottano) che ricorda l'anice e viene assorbito lentamente.

Poiché gli odori devono attraversare la mucosa nasale e raggiungere i recettori olfattivi, quello del composto a basso assorbimento, per essere percepito doveva entrare nella narice che in quel momento si trovava a basso flusso d'aria e, viceversa, quello del composto ad alto assorbimento doveva entrare in quella ad alto flusso.

C'è chi ha più naso. Il risultato è stato che i soggetti, quando hanno utilizzato la narice in quel momento ad alto flusso, hanno giudicato che nella miscela prevalesse il composto ad alto assorbimento (L-carvone) e viceversa. Insomma, avere due narici permette al nostro cervello di farsi due differenti mappe sensoriali degli odori che ci circondano. E il bello è che si possono affinare con l'allenamento, come ben sa chi usa il naso per lavoro, come i creatori di fragranze e gli enologi. E che ora sa anche chi, più semplicemente, ama odorare il profumo dei girasoli.

----------
Di Davide Venturoli, da Focus Domande&Risposte 68, disponibile in versione digitale. Leggi anche il nuovo Focus in edicola: troverai altre domande e risposte curiose all'insegna della scienza.

10 febbraio 2022
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us