Salute

Perché fumo e gravidanza non sono compatibili

Il fumo nel pancione espone i neonati a un rischio di morte improvvisa cinque volte più alto: investiamo di più per aiutare le madri a smettere.

I neonati le cui madri fumano in gravidanza corrono probabilità cinque volte più elevate di morte improvvisa del lattante o SIDS (Sudden infant death sindrome) rispetto ai figli di madri che non fumano. Un'analisi condotta negli Stati Uniti e pubblicata sul Journal of Perinatology fa luce sui rischi del fumo di sigaretta durante la gravidanza e invita ad aiutare le donne che si approcciano a questa esperienza a smettere di fumare, offrendo loro ogni supporto possibile. 

Un'ottima occasione per smettere. «Il messaggio è semplice», dice Barbara M. Ostfeld, direttrice programmatica del SIDS Center nel New Jersey, docente di pediatria alla Rutgers Robert Wood Johnson Medical School e prima autrice dello studio. «Fumare aumenta di molto il rischio di morte improvvisa e inaspettata del bambino. Chiunque stia pensando di provare a rimanere incinta ha una ragione profondamente importante per smettere».

Secondo il sito del Ministero della Salute, quando la madre fuma 4.000 sostanze nocive si trasferiscono dai suoi polmoni al sangue e raggiungono il feto attraverso il cordone ombelicale e la placenta. Oltre a essere associato a una maggiore frequenza di aborto spontaneo, parto prematuro e morte perinatale, il fumo in gravidanza comporta maggiori probabilità di asma e altre malattie respiratorie nei nascituri.

I numeri parlano. Poiché la morte improvvisa del lattante è spesso collegata alle disparità razziali e all'iniquo accesso a cure e assistenza per le madri, lo studio ha esaminato il numero di casi di SIDS su 3,3 milioni di parti di donne bianche e 857.864 donne afroamericane.

Nello studio sono stati considerati come SIDS i decessi inaspettati e improvvisi di bambini nel primo anno di vita dopo le dimissioni dall'ospedale. Tra i figli di donne afroamericane che non avevano mai fumato si sono registrati 1,07 casi di SIDS ogni mille nati vivi; tra quelli delle fumatrici, 3,80 casi ogni 1.000 nati vivi. Tra i figli di donne bianche che non avevano mai fumato i casi di SIDS sono stati 0,34 su 1.000, tra quelli delle fumatrici di 2,33 su mille.

Non giudizi, ma aiuto. La durata del periodo trascorso a fumare incide in modo importante sul rischio, indipendentemente dalle origini etniche della madre. Il rischio è più basso nei figli di chi non ha mai fumato e cresce a ogni trimestre di esposizione al fumo in utero.

Il fatto più preoccupante è che la maggior parte delle fumatrici in entrambi i gruppi ha continuato a fumare per tutta la gravidanza: «Questo mostra le difficoltà che i fumatori incontrano nel cessare questa abitudine, e suggerisce ci sia bisogno di approcci più efficaci e di migliori accessi a questi servizi», sottolinea Thomas Hegyi, direttore medico del SIDS Center of New Jersey e coautore dello studio.

 

4 febbraio 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us