Salute

Perché è meglio non trattenere uno starnuto?

Rimandare indietro uno starnuto è controproducente per l'organismo. E in rari casi potrebbe dar luogo a conseguenze gravi, come la perforazione della trachea.

La prossima volta che sentite uno starnuto "caricarsi" nel naso... liberatelo subito (magari arginando con un fazzoletto o con l'incavo del gomito la fuoriuscita di muco). Trattenere uno starnuto può infatti, seppure in rarissimi casi, avere esiti pericolosi, come è successo a un uomo scozzese la cui vicenda clinica è stata di recente descritta sulla rivista medica BMJ Case Reports.

Nel tentativo di sopprimere l'impulso mentre era alla guida, il 30enne scozzese ha rimediato una perforazione spontanea della trachea, quel cilindro un po' appiattito, elastico e flessibile che congiunge la laringe ai bronchi.

Implosione. Forse per non essere costretto a perdere brevemente il controllo della strada, l'uomo ha trattenuto lo starnuto tappandosi il naso e chiudendo la bocca contemporaneamente. Nel farlo ha però avvertito un dolore lancinante al collo e si è recato al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Ninewells, nell'area di Dundee (Scozia).

Ai sanitari l'uomo si è presentato con un collo gonfiatosi all'improvviso, dai rumori sinistri e incapace di controllare il movimento, caratteristiche tipiche di chi riporta perforazioni alla trachea in seguito a incidenti o come complicanza operatoria. Esami ai raggi X dei tessuti molli di collo e torace hanno evidenziato la presenza di aria intrappolata e di un buco nella trachea.

Tutto è iniziato da qui. Essenziale per la diagnosi è stata la ricostruzione cronologica dell'accaduto effettuata dal paziente. I medici hanno così potuto ricollegare l'incidente allo starnuto trattenuto. Quando si chiudono allo stesso tempo naso e bocca, la pressione generata da uno starnuto nelle alte vie respiratorie può aumentare anche di 20 volte. E in casi estremamente rari si può incorrere in lacerazioni della trachea o della faringe (come accaduto a un altro paziente nel 2018). 

Finita bene. Nella sfortuna, l'uomo scozzese se l'è cavata con 48 ore di osservazione in ospedale e cinque settimane di riposo, durante le quali la ferita nella trachea si è rimarginata. Ha scampato lo scenario peggiore, «che sarebbe potuto essere un'esplosione della trachea risultante in soffocamento o persino un sanguinamento cerebrale», ha spiegato al Guardian Rasads Misirovs, primo autore dell'articolo e tra i primi a soccorrere il paziente.

E poi ci serve... Ma anche senza arrivare a questi casi quasi unici, scegliere di trattenere uno starnuto è comunque controproducente. Il nostro corpo si serve di questo atto respiratorio involontario per eliminare piccoli corpi estranei (come polvere o pollini) e patogeni dalle vie respiratorie, in un modo molto rapido e immediato.

24 dicembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us