Salute

Pediatria: studio rivela, i bimbi ricchi hanno il cervello più grande

Nuova teoria sul perché vanno meglio a scuola rispetto ai poveri

Milano, 20 apr. (AdnKronos Salute) - Nascere ricchi o poveri fa la differenza, non solo a livello sociale ma anche anatomico. Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology americano, su 58 scolari tra 12 e 13 anni sottoposti a risonanza magnetica e a test di apprendimento, indica infatti che i bambini cresciuti in condizioni economicamente migliori hanno un cervello più 'grande'. In particolare, è più spessa la corteccia cerebrale dei lobi temporali e occipitali: aree associate alla percezione visiva e all'accumulo di informazioni. Differenze che, calcolano gli autori, potrebbero spiegare il 44% circa delle diverse performance mostrate durante le prove di rendimento scolastico.

Lavori precedenti avevano già evidenziato differenze cerebrali associate al reddito, ma non le avevano collegate ai risultati ottenuti nei test. Il nuovo studio, pubblicato su 'Psychological Science' e ripreso dal Telegraph, avanza quindi una nuova possibile 'teoria anatomica' per spiegare perché - come emerso in passato da numerose ricerche - i bambini più benestanti vanno anche meglio a scuola e centrano traguardi accademici superiori.

"Esattamente come ci si può aspettare - afferma John Gabrieli, professore di scienze cognitive e del cervello al Mit - il fatto di non poter contare su un ambiente vantaggioso ha un costo reale".

E il prezzo che si paga "lo possiamo vedere non solo dai punteggi ottenuti nei test o dai livelli di istruzione raggiunti, ma anche all'interno del cervello dei bambini. Lo considero un invito all'azione, a fare in modo di aumentare le opportunità anche per quei bambini che non possono contare su un ambiente favorevole". Perché "solide evidenze - ricordano gli scienziati - ci dicono che il cervello è altamente plastico" e dunque l'effetto-povertà potrebbe non essere permanente, bensì recuperabile con stimoli ad hoc.

20 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us