Salute

Pediatria: sono 15 mln i bimbi nati prematuri ogni anno nel mondo

Domani Giornata mondiale, gli esperti "importante agire precocemente"

Milano, 16 nov. (AdnKronos Salute) - Sono 15 milioni ogni anno i bambini che nascono prematuri nel mondo, cioè prima delle 37 settimane di età gestazionale. L'incidenza è in aumento in quasi tutte le nazioni, compresa l'Italia. Malgrado i notevoli progressi nelle cure, la nascita pretermine è il fattore prognostico negativo più importante nello sviluppo di un bambino, in termini di sopravvivenza e di qualità della vita.

"L'aumento nel rischio di disturbi del neurosviluppo è legato all'esposizione precoce all'ambiente extrauterino, una condizione sfavorevole per lo sviluppo cerebrale rispetto a quello intrauterino - spiega Elisa Fazzi, coordinatore della sezione di riabilitazione della Società italiana di neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza (Sinpia) - Il potenziamento della plasticità cerebrale rappresenta quindi un elemento cruciale per lo sviluppo dei bambini nati pretermine che presentano segni precoci di sviluppo atipico. La tempestività della diagnosi, la presa in carico e l'intervento precoce sono essenziali".

Circa la metà dei nati prematuri sviluppa disordini neuropsichiatrici lievi, per esempio disturbi specifici dell'apprendimento, deficit di attenzione e iperattività, problematiche emotive, di regolazione, socio-comunicative, ma anche disturbi neuropsichici gravi quali l'autismo. Inoltre, circa il 15%, soprattutto quelli con più bassa età gestazionale, basso peso alla nascita o con maggiori complicanze nel periodo perinatale, ricevono una diagnosi di paralisi cerebrale infantile. Domani è la Giornata internazionale del neonato pretermine e per l'occasione gli esperti stanno lanciando il messaggio che intervenire precocemente può evitare o contenere eventuali danni al neurosviluppo.

"Cambiare il futuro del bambino nato pretermine è possibile soprattutto attraverso la continua collaborazione fra genitori, neonatologo e pediatra di famiglia - ricorda Giovanni Cioni, professore ordinario di neuropsichiatria infantile all'università di Pisa e vicepresidente della (Sinpia) - I bambini con segni di neurosviluppo atipico possono così essere riconosciuti precocemente e beneficiare di un intervento tempestivo, un vero investimento per il loro futuro".

Negli ultimi anni sono stati proposti e sperimentati differenti programmi di intervento precoce per minimizzare le difficoltà di sviluppo e l'emergenza di disabilità derivanti dalla presenza di fattori biologici, genetici o ambientali, e allo stesso tempo promuovere e sostenere la genitorialità, migliorando la qualità della vita dei bambini e delle loro famiglie. "In questo contesto i servizi di neuropsichiatria infantile presenti capillarmente nel nostro Paese svolgono un ruolo fondamentale - afferma Antonella Costantino, presidente Sinpia - In collaborazione con i neonatologi ed i pediatri, i neuropsichiatri infantili seguono lo sviluppo dei bambini nati pretermine nei servizi di follow-up, controlli periodici essenziali per la valutazione di questi bambini e l'individuazione dei segni precoci di sviluppo atipico".

Per l'esperta "hanno poi un ruolo essenziale nella valutazione delle difficoltà relazionali genitori-bambino, nel counseling familiare sia per il bambino (fornendo ai genitori indicazioni sulla gestione del bambino nato pretermine e sulle strategie per la promozione del suo sviluppo) sia per aiutare i genitori stessi a ridurre lo stress e contenere le ansie sul 'ritardo' nello sviluppo del loro bambino rispetto a quelli nati a termine, spiegando ad esempio la differenza tra l'età corretta e quella cronologica, la variabilità dello sviluppo, la considerazione di ogni bambino come essere singolo con il proprio ritmo di sviluppo e così via. Inoltre, quando necessario - conclude - i servizi territoriali di Sinpia prendono in carico il bambino e la famiglia per un trattamento riabilitativo precoce, monitorando e coordinando le varie attività di riabilitazione di cui il bambino necessita".

16 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us