Salute

Pediatria: esperto, bulli già alle elementari ma genitori spesso sottovalutano

Ferrara, serve un osservatorio per monitorare il fenomeno tra i più piccoli

Roma, 16 mar. (AdnKronos Salute) - Il bullismo comincia già alle elementari. Un fenomeno 'sommerso' perché difficile da quantificare e spesso sottovalutato. E servirebbe un osservatorio per misurare il peso del problema. Mancano infatti dati e studi su questa fascia d'età ed è diffuso un atteggiamento di negazione da parte dei genitori dei bambini più aggressivi, che tendono a minimizzare e giustificare i comportamenti sbagliati dei loro figli, spiega Pietro Ferrara, pediatra dell'università Cattolica di Roma, referente nazionale della Società italiana di pediatria (Sip) per abusi e trattamenti.

Secondo l'asperto, un osservatorio già alle elementari permetterebbe di valutare "quanto è radicato il fenomeno e anche di realizzare interventi mirati, per esempio campagne di informazione, utili anche come prevenzione".

"Uno studio che abbiamo realizzato in alcune scuole elementari di Roma - spiega l'esperto all'Adnkronos Salute- ha dimostrato che il problema esiste. E anche che è scarsamente percepito dei genitori. Parlarne però è già parte della soluzione: la parola chiave contro questo fenomeno, infatti, è 'dialogo'. La letteratura scientifica dimostra che le famiglie dei bulli e quelli delle vittime sono simili. Si tratta, generalmente, di nuclei in cui c'è scarso controllo da parte degli adulti, poca presenza dei genitori, mancanza di dialogo". Per questo il primo aiuto che si può fornire è quello di dare valore alle parola e all'ascolto.

"I genitori poi - aggiunge Ferrara - dovrebbero evitare di giustificare troppo i figli per atti che non dovrebbero essere fatti. Anche le più piccole azioni di bullismo nei bambini vanno condannate. Così come l'aggressività gratuita in qualsiasi contesto. Invece, capita di vedere gli stessi genitori che, alle partite di calcio dei loro figli, li incitano a essere aggressivi e a 'far male', senza mediazioni. E' un atteggiamento che dall'ambiente sportivo può passare alla classe e abitua alla violenza", afferma l'esperto sottolineando che, in generale, c'è un abbassamento di attenzione rispetto alle 'suggestioni violente' per i più piccoli.

"I bambini si avvicinano sempre più presto - conclude - alle tecnologie. Hanno accesso a videogiochi, tv, pc. E la soglia di attenzione dei genitori per proteggerli da immagini violente è molto calata. Tutto questo fa sì che i bambini possano considerare quasi normale determinati atteggiamenti o sentirsi autorizzati a riprodurli".

16 marzo 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us