Salute

Il parassita della malaria? Disorientiamolo!

Il plasmodio della malaria si affida a un sensore a base di proteine per capire dove si trova (nella zanzara o nell'uomo). Interferendo con questo segnale lo potremmo bloccare.

Una strada alternativa alle tante vie percorse per sconfiggere la malaria potrebbe essere far perdere il senso dell'orientamento al parassita la causa, il Plasmodium falciparum.

Un gruppo di biologi dell'Università di Ginevra ha infatti individuato un nuovo gruppo di sensori fatti di proteine che il microrganismo sfrutta per capire dove si trova, e a che punto è del suo ciclo di replicazione. Interferendo con questa "bussola" si potrebbe forse riuscire a fermare il plasmodio, prevenendo ulteriori danni. La ricerca è stata pubblicata su Science Advances.

zanzare, zanzara anofele, plasmodio, Plasmodium falciparum, malaria, Anopheles gambiae, epidemie
Schema di diffusione dell'infezione nel corpo umano a partire dalla puntura di una zanzara già veicolo del plasmodio. Clicca sull'immagine per ingrandirla. Vedi anche: Che cos'è e come si diffonde la malaria.

Dalla zanzara all'uomo. Quando una persona viene punta da una zanzara del genere Anopheles infettata dal parassita della malaria, l'organismo si insinua nel sangue umano attraverso la saliva dell'insetto e si dirige verso il fegato, dove rimane per una decina di giorni senza causare sintomi.

Dopo questa prima fase silenziosa, il plasmodio si immette nella circolazione sanguigna ed entra nei globuli rossi, per nutrirsi di emoglobina (la proteina incaricata del trasporto dell'ossigeno). All'interno dei globuli rossi il parassita si moltiplica in cicli di 48 ore, per poi distruggerli e infestarne di nuovi. Queste ondate di distruzione sono all'origine delle febbri periodiche caratteristiche della malaria.

Dall'uomo alla zanzara. Se una nuova zanzara punge un umano in cui è in corso questo ciclo, il plasmodio della malaria cambia i suoi piani per colonizzare l'intestino dell'insetto succhiasangue. Dopo un primo periodo di moltiplicazione nella zanzara, il parassita si dirige nelle ghiandole salivari dell'animale, pronto a infettare una nuova persona.

Ma come fa il microrganismo, a cui mancano gli organi sensoriali, ad accorgersi che il suo habitat è cambiato - e che non si trova più nel sangue umano, ma nel tratto digerente di una zanzara?

Qualcosa è cambiato. Ronja Kühnel ed Emma Ganga, prime autrici dello studio, hanno scoperto un meccanismo sensoriale fatto di cinque proteine senza il quale il plasmodio non "realizza" di aver lasciato il sangue umano. Il sensore avverte alcuni segnali molecolari assenti nel nostro sangue, ma presenti in quello delle zanzare, e si basa su queste tracce per registrare il cambio di "casa".

Lo stesso sensore è cruciale anche in altre fasi del ciclo di riproduzione del plasmodio: per esempio, quando deve lasciare i globuli rossi infestati per parassitarne di nuovi. Si pensa perciò che interferendo con il segnale, si potrebbe bloccare il parassita all'interno delle cellule sanguigne, impedendogli di uscire e fare nuovi danni.

6 luglio 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us