Salute

Orologio biologico e fertilità: vale anche per gli uomini

Per il successo del concepimento conta anche l'età dell'uomo: se ne parla poco, forse anche a causa di preconcetti e per motivi legati a cultura e tradizioni.

Quella dell'età fertile "che per i maschi non conta" è una delle scuse più gettonate dagli uomini per rimandare la ricerca di un figlio. Eppure, anche se in sordina, l'orologio biologico ticchetta anche per i maschi. Spesso si parla del declino della fertilità femminile dopo i 35 anni, ma ora uno studio dell'Università di Harvard rivela che l'età degli uomini ha, sulle chance di iniziare una gravidanza, un impatto più significativo di quello che si pensa.

Età a confronto. Laura Dodge, biologa esperta in riproduzione, ha studiato i dati relativi a 19 mila cicli di fecondazione in vitro eseguiti a Boston e dintorni tra il 2000 e il 2014. Le donne sono state suddivise in 4 fasce di età: sotto i 30 anni, tra i 30 e i 35 anni, tra i 35 e i 40 anni e tra i 40 e i 42 anni. Per gli uomini si è fatto altrettanto, con una fascia extra per gli over 42. A questo punto si è cercato di capire come l'età di lui o di lei potesse influenzare il successo del trattamento.

Per le donne tra i 40 e i 42 anni si sono registrate le chance più basse di nascite andate a buon fine, e in questo in caso l'età del partner non è parsa rilevante.

Per le donne più giovani, invece, l'età del compagno si è rivelata importante. Per quelle sotto i 30 con un partner tra i 30 e i 35 anni, le probabilità di nascita viva dopo fecondazione in vitro sono state del 73%; ma se l'uomo aveva tra i 40 e i 42 anni, le chance scendevano al 46%.

Quando conta davvero. Nelle coppie con partner di pari età, gli anni di lui non sembrano avere un impatto significativo sul tasso di natalità. Tuttavia, avere un partner più giovane può alzare le probabilità di successo: le donne di 35-40 anni con compagno di 30-35 anni hanno registrato il 54% di gravidanze giunte a termine, contro il 70% di quelle avute nei casi in cui l'uomo fosse sotto i 30 anni.

In media, le donne di 30-35 anni con partner più maturi hanno avuto il 64% di chance di successo in questi trattamenti; quando il compagno aveva la stessa età, le probabilità sono salite al 70%.

Per quale ragione? Lo studio, presentato al meeting dell'European Society of Human Reproduction and Embryology a Ginevra (2-5 luglio 2017), non chiarisce in via definitiva le cause di questo fenomeno. L'età maschile potrebbe influire negativamente per un declino nella qualità degli spermatozoi, ma poiché risultati simili sono stati riscontrati anche con uomini senza problemi di fertilità, potrebbero entrare in gioco altri fattori che successive ricerche proveranno a identificare.

4 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us