Omeopatia, diluiti all’inverosimile

-

Una delle fasi più importanti della preparazione omeopatica prevede la diluizione progressiva in acqua della tintura madre. Questi passaggi sono indicati dalla sigla CH (centesimale di Hahnemann). In un preparato alla 12CH, per esempio, la goccia di tintura madre è stata diluita in 50 milioni di chilometri cubi d’acqua! Questa soluzione, per la legge di Avogadro, contiene 0,6022 molecole di principio attivo, cioè nessuna. Molti preparati omeopatici sono a 30CH e alcuni anche a 300CH: acqua diluita con acqua.

Dalla tintura madre, nella quale la sostanza (per esempio un fiore) è stata lasciata 10-21 giorni, si preleva una goccia (50 mg).

1CH = la goccia di tintura madre viene diluita in 99 gocce di acqua (5.000 mg): questa è la prima centesimale di Hahnemann.

2CH = una goccia di 1CH in 99 F13gocce d’acqua: ciò significa che la prima goccia è ora diluita in 500 grammi, cioè mezzo litro.

3CH = una goccia di soluzione 2CH in 100 gocce d’acqua: la prima goccia è diluita in 50 litri (2 taniche da 25 litri).

4CH = la prima goccia è ora diluita in 5 metri cubi d’acqua: quanto contiene un’autobotte dei Vigili del fuoco.

6CH = la goccia di tintura madre ora è diluita in 50 milioni di litri: un laghetto di montagna di medie dimensioni.

9CH = a questo punto, la prima goccia è stata diluita in 50 km3 d’acqua, pari all’intero Lago di Garda.

13CH = la prima goccia ora è “annegata” in 5 miliardi di km3 d’acqua: quasi tre volte l’intera massa d’acqua contenuta negli oceani terrestri.

Una delle fasi più importanti della preparazione omeopatica prevede la diluizione progressiva in acqua della tintura madre. Questi passaggi sono indicati dalla sigla CH (centesimale di Hahnemann). In un preparato alla 12CH, per esempio, la goccia di tintura madre è stata diluita in 50 milioni di chilometri cubi d’acqua! Questa soluzione, per la legge di Avogadro, contiene 0,6022 molecole di principio attivo, cioè nessuna. Molti preparati omeopatici sono a 30CH e alcuni anche a 300CH: acqua diluita con acqua.
12 marzo 2015
CONTENUTI CORRELATI