Obesità, così il grasso pericoloso diventa utile

Un gruppo di scienziati ha trovato il modo di convertire i tessuti adiposi dannosi in lipidi che bruciano grassi per produrre calore. Nei topi, ci si riesce bloccando l'attività di una proteina.

shutterstock_49254826
Silenziare una proteina per combattere l'obesità? Vale la pena provare.|Shutterstock

Trasformare la ciccia dannosa in grassi utili per l'organismo, riuscendo, così, a contrastare l'obesità: alcuni scienziati statunitensi potrebbero aver trovato una via per farlo, almeno nei topi. Bloccando l'attività di una specifica proteina, i ricercatori della Scuola di Medicina dell'Università di Washington sono riusciti a convertire depositi di adipe cattivo in grasso da bruciare per produrre calore.

Sentiamo spesso distinguere tra grasso "buono" e "cattivo". Il primo aiuta a bruciare calorie, il secondo contribuisce al loro accumulo, aprendo la strada a obesità, diabete e problemi cardiovascolari.

 

Non tutti i cuscinetti sono uguali... La maggior parte dei grassi nel corpo umano si accumula in poco salutari depositi di tessuto adiposo bianco, localizzato attorno a vita, fianchi, cosce. Al contrario, nella zona di collo e spalle abbiamo utili strati di tessuto adiposo bruno, che produce calore in risposta alle basse temperature, e bruciando aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo. Negli individui sovrappeso, la sua attività risulta ridotta.

 

Un deposito di tessuto adiposo bruno, a sinistra, e bianco, a destra. Si noti la differenza nella dimensione dei vacuoli lipidici (i piccoli contenitori di grasso, simili a minuscole gocce). | Shutterstock

Trasformazione. Bloccando nei topi una particolare proteina, la PexRAP, il tessuto adiposo bianco è stato parzialmente convertito in tessuto adiposo beige, una forma intermedia tra adipe bianco e bruno che risulta bruciare calorie. I topi sono apparsi più snelli dei compari del gruppo di controllo, nonostante mangiassero la stessa quantità e tipologia di cibo.

 

Il prossimo passo sarà controllare se la PexRAP si possa bloccare efficacemente anche nell'uomo, senza che si sviluppino eccessivo calore corporeo o febbre.

 

20 Settembre 2017 | Elisabetta Intini