Salute

Nuove speranze per la diagnosi precoce del tumore ovarico

I risultati di uno studio condotto da ricercatori dell'Humanitas di Milano aprono la via allo sviluppo di un test per la diagnosi precoce del tumore ovarico. Ma serviranno ulteriori ricerche.

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, ha dimostrato la possibilità di identificare la presenza di alterazioni molecolari specifiche del tumore ovarico, con anni di anticipo rispetto alle prime manifestazioni della malattia, nei tamponi usati per il Pap test, il comune esame di screening dei tumori del collo dell'utero.

La ricerca è stata condotta da un team di ricercatori dell'IRCCS Istituto Clinico Humanitas di Milano, in collaborazione con numerosi centri su tutto il territorio italiano.

L'importanza della diagnosi tempestiva del tumore ovarico

Il tumore ovarico è una neoplasia maligna che colpisce le ovaie, le ghiandole sessuali femminili responsabili della produzione di ovuli e ormoni sessuali. Si tratta di un tumore molto aggressivo e con un'alta mortalità, soprattutto se diagnosticato in fase avanzata.

La diagnosi precoce è fondamentale per migliorare la sopravvivenza delle pazienti, che passa infatti, a cinque anni dalla diagnosi, da appena il 30% per i tumori diagnosticati al III stadio a oltre il 90% per i tumori identificati al I stadio, quando la malattia è ancora nella fase iniziale di sviluppo.

Lo studio pubblicato su Science Translational Medicine è un'importante innovazione nella ricerca sul tumore ovarico. I risultati ottenuti sono molto promettenti e aprono la strada allo sviluppo di un nuovo test di diagnosi precoce che potrebbe migliorare significativamente la sopravvivenza delle pazienti.

I risultati incoraggianti devono ora essere confermati da ulteriori ricerche

È importante sottolineare che si tratta ancora di uno studio preliminare, che deve essere confermato da ulteriori ricerche. Tuttavia, i risultati ottenuti sono molto incoraggianti e lasciano intravedere la possibilità di un futuro in cui la diagnosi precoce del tumore ovarico sarà possibile e accessibile a tutte le donne.

I ricercatori di Humanitas hanno utilizzato una tecnica di analisi genomica che ha permesso di rilevare la presenza di DNA tumorale con anni di anticipo rispetto alla manifestazione della malattia. Questa tecnica si basa sul principio dell'instabilità genomica, una caratteristica tipica delle cellule tumorali.

Le cellule sane hanno un DNA stabile, mentre le future cellule neoplastiche presentano una serie di alterazioni nel loro DNA, già molto tempo prima di diventare cellule tumorali. 

Conclusioni: in futuro potremmo avere test per la diagnosi precoce del tumore ovarico

In definitiva, i risultati dello studio hanno dimostrato che questa tecnica è in grado di identificare con accuratezza la presenza di tumore ovarico, anche in fase molto precoce. Se confermati da ulteriori studi, questi risultati potrebbero portare allo sviluppo di un nuovo test di diagnosi precoce del tumore ovarico, che potrebbe salvare la vita a molte donne.

6 dicembre 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us