Salute

Non avere amici? Un errore che può essere fatale

Milano, 24 ago. (AdnKronos Salute) - Non avere amici può essere un problema non solo per la vita sociale, ma anche per la salute. Anzi, secondo una nuova ricerca condotta da un team di scienziati dell'Harvard University, isolarsi potrebbe essere un errore 'fatale'. Insomma, la solitudine è una brutta bestia, fa terra bruciata intorno, ma anche nel cuore delle sue vittime. E infatti gli autori dello studio, riportato sul 'Telegraph' online, hanno osservato un collegamento fra la vita da soli e i livelli di una proteina della coagulazione del sangue che può causare attacchi di cuore e ictus.

E' noto, spiegano, che l'isolamento sociale attiva segnali di stress del tipo 'fight or flight' (combatti o fuggi), che aumentano i livelli di fibrinogeno in previsione di lesioni o perdita di sangue. Ma troppo fibrinogeno non è buono per la salute, in quanto aumenta la pressione sanguigna e causa l'accumulo di depositi di grasso nelle arterie. I ricercatori hanno comparato i livelli della proteina della coagulazione con il numero di amici e familiari nelle reti sociali di una persona, trovando una correlazione: man mano che il numero di connessioni sociali scende, il livello di fibrinogeno sale. E' emerso così che le persone con appena 5 contatti nelle loro reti sociali avevano livelli di fibrinogeno del 20% più alti rispetto a chi ne aveva 25. Non solo: perdere 10-12 amici, hanno appurato gli esperti, ha lo stesso effetto di cominciare a fumare.

L'idea è che la solitudine faccia sentire le persone minacciate e vulnerabili, e questo innesca una crescente risposta 'fight or flight' che sul lungo termine può essere letale.

"Le connessioni sociali mostrano una significativa associazione con il fibrinogeno - conclude l'autore principale David Kim dell'Harvard Medical School, citato dal quotidiano britannico - E la misurazione dell'intera rete sociale delle persone potrebbe fornire informazioni sul rischio cardiaco individuale. Se effettivamente esiste una relazione causale fra l'isolamento sociale e il fibrinogeno, e di conseguenza l'infarto e l'ictus, allora politiche e interventi finalizzati a migliorare la coesione sociale potrebbero avere anche effetti benefici sulla salute", oltre che economici. Potere dell'amicizia.

24 agosto 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us