Salute

No, "sudare fuori l'alcol" non fa passare l'hangover

Postumi di una sbornia? Diversamente da quanto potreste aver sentito dire, allenarsi per espellere l'alcol col sudore serve a poco. Ecco perché.

Se tutto l'esercizio fisico che avete collezionato nei primi giorni dell'anno ha avuto lo scopo di espellere le tossine accumulate alzando il gomito, è il momento di ingoiare un'amara verità. Non è possibile "sudare via l'alcol" allenandosi; in altre parole, andare in palestra aiuta soltanto in minima parte a superare un hangover, e comunque non per i motivi che pensiamo. A sfatare un diffuso luogo comune sui rimedi anti-sbornia è un articolo pubblicato su IFLS.

Un diverso tipo di smaltimento. Anche se sudare alcol è tecnicamente possibile, soltanto il 10% di quello presente nel corpo dopo una serata alcolica viene espulso attraverso il sudore, la respirazione e la pipì. La quota rimanente deve essere metabolizzata dal fegato, un processo più lento e costante, impossibile da "accelerare".

Perdita di liquidi. Un altro aspetto importante è che l'alcol favorisce la disidratazione, una delle ragioni del malessere tipico del dopo sbronza. Bere alcol fa perdere liquidi in due modi: attraverso un effetto diuretico che aumenta gli accessi alla toilette, e per via di un'aumentata sudorazione, danno collaterale dell'acetaldeide, un composto tossico prodotto dal fegato durante l'ossidazione dell'etanolo contenuto nei drink. Ecco perché indurre nuova sudorazione attraverso l'allenamento non è - date queste premesse - una buona idea: si rischia infatti di finire ancora più disidratati.

Benessere chimico. Perché allora dopo un po' di movimento ci sembra di avere in parte superato l'hangover? L'effetto è reale, ma non dipende dall'aver sudato via l'alcol. Piuttosto è merito delle endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello in risposta all'esercizio fisico, con un potente effetto analgesico ed eccitante. Se pensate di averne bisogno per uscire dalla sbornia potete comunque pensare di allenarvi, ma limitando l'attività cardiovascolare e solo dopo esservi assicurati di aver bevuto molto (ovviamente intendiamo acqua!).

7 gennaio 2024 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us