Salute

Natale: ecco l'ormone 'anti-vizi', riduce preferenza per dolci e alcol

Si trova nel fegato e sfrutta meccanismo ricompensa cervello

Roma, 24 dic. (AdnKronos Salute) - (EMBARGO ALLE 18.00) - Un ormone nel fegato che riduce il desiderio di dolci e alcol, i principali 'vizi' del Natale, sfruttando il meccanismo della ricompensa nel cervello. A scoprirlo i ricercatori del UT Southwestern Medical Center di Dallas (Usa), che ne parlano sulla rivista online 'Cell Metabolism'.

"Questa è la prima volta che un ormone prodotto dal fegato ha mostrato di influenzare la preferenza per zucchero e alcol nei mammiferi", assicura Steven Kliewer, professore di Biologia molecolare e Farmacologia dell'ateneo texano e co-autore senior dello studio. L'ormone Fgf21 è associato allo stress da cambiamenti che avvengono nell'ambiente, dalle diete estreme all'esposizione a temperature fredde. Inoltre è prodotto quando i mammiferi consumano carboidrati. A causa dei suoi effetti unici, si è già valutato di trasformarlo in farmaci per il trattamento di obesità e diabete di tipo 2.

"I nostri risultati sollevano la possibilità che la somministrazione di Fgf21 possa influenzare la preferenza verso i nutrienti ed essere usato per trattare l'alcolismo", spiega Kliewer. I ricercatori riferiscono che i topi con livelli elevati di Fgf21 hanno mostrato una preferenza ridotta per un dolcificante e per l'alcol presente nella loro acqua, nonché una marcata diminuzione dei livelli di dopamina, un neurotrasmettitore che svolge un ruolo centrale nella ricompensa cerebrale. Ora, auspicano gli autori, servono ulteriori studi per arrivare a sfruttare la proteina 'anti-vizi' per via farmacologica.

24 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us