Salute

Natale: a Milano oltre 10O casi di varicella, nelle feste possibile raddoppio

L'esperta, copertura vaccinale a macchia di leopardo, l'immunizzazione varia tra il 10% e il 90%

Milano, 16 dic. (AdnKronos Salute) - Sono 104 i casi di varicella registrati dall'Asl di Milano nei primi 15 giorni di dicembre. Un dato in linea con l'andamento degli scorsi anni, che vede un regolare incremento dei malati a partire da ottobre, per raggiungere il picco in primavera, tra marzo e maggio. Nel 2014 nell'ultimo mese dell'anno erano stati colpiti in 260, mente nel 2013 in 222. Per le feste, dunque, si attende un raddoppio dei pazienti.

I primi casi di focolai tra i più piccoli si verificano "soprattutto all'interno delle comunità scolastiche", spiega all'AdnKronos Salute Susanna Esposito, direttore della Clinica pediatrica I del Policlinico di Milano e presidente di Waidid, Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici. "Nelle prossime settimane con le scuole chiuse la situazione dovrebbe essere più sotto controllo, ma il periodo di incubazione è di 2-3 settimane. E' importante ricordare che in seguito alla malattia si possono presentare complicanze come polmoniti o problemi neurologici - precisa la specialista - Per questo è importante la vaccinazione" che oggi in Italia è a macchia di leopardo: spostandoci lungo lo Stivale, la quota dei protetti varia dal 10% al 90%.

In questo momento le percentuali di chi si immunizza dalla malattia sono molto variabili: "Nelle Regioni che hanno implementato il proprio programma vaccinale la copertura è elevata, tra il 70% e il 90% - prosegue Esposito - Nelle altre invece è molto bassa, attorno al 10%. Ci auguriamo che il vaccino sia inserito per tutti nel nuovo Piano di prevenzione vaccinale attivo da gennaio". Le aree virtuose sono Basilicata, Calabria, Provincia autonoma di Bolzano, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto e Molise.

La malattia colpisce di frequente i bimbi tra i 3 e i 7 anni e può essere molto pericolosa per chi ha meno di 1 anno. "Per chi si ammala vanno valutate l'eventuale trasmissione intrafamiliare, cioè se il bambino ha contratto la varicella da un fratello, l'età e la presenza di patologie croniche", dice l'esperta che raccomanda: "Occorre rivolgersi a uno specialista che valuti i fattori di rischio e la possibilità di somministrare una terapia antivirale. In casi normali, comunque, consigliamo l'utilizzo di paracetamolo e non di acido acetilsalicilico o ibuprofene".

16 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us