Salute

La musica previene il declino cognitivo negli anziani

Ascoltare musica in modo attivo o suonare uno strumento musicale aiuta a prevenire il declino cognitivo negli anziani, aumentando la produzione di materia grigia.

Suonare uno strumento musicale o ascoltare musica attivamente aiuta a prevenire il declino cognitivo stimolando la produzione di materia grigia nel nostro cervello: è quanto emerge da uno studio pubblicato su NeuroImage: Reports, che ha coinvolto oltre 100 pensionati mentalmente sani tra i 62 e i 78 anni di età che non avevano mai suonato uno strumento musicale prima.

Invecchiamento cerebrale. Con l'età, il cervello perde plasticità e materia grigia, la zona dove si trovano i neuroni: questo fenomeno è conosciuto come atrofia cerebrale. A soffrire maggiormente è una delle funzioni cognitive più importanti, chiamata memoria di lavoro – quella che serve a ricordarsi ed elaborare le informazioni a breve termine utili per raggiungere un obiettivo, come per esempio annotare un numero di telefono o tradurre una frase da una lingua straniera. Secondo quanto rilevato dallo studio, la musica aiuterebbe a prevenire il declino di questo tipo di funzione cognitiva.

Lo studio. I 132 partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi: il primo ha preso lezioni di pianoforte, il secondo invece ha partecipato a lezioni di ascolto attivo, che si focalizzavano sul riconoscimento degli strumenti e l'analisi delle proprietà musicali di diversi stili. Tutte le lezioni duravano un'ora, e i partecipanti dovevano fare dei compiti per casa per mezz'ora al giorno.

Dopo sei mesi, in entrambi i gruppi è stato rilevato un aumento della materia grigia in quattro regioni cerebrali implicate nel funzionamento cognitivo di alto livello, tra cui alcune zone del cervelletto coinvolte nella memoria di lavoro. Le loro performance sono migliorate del 6%, e la plasticità del cervelletto è migliorata. Oltre alla musica, anche la qualità del sonno, il numero di ore di lezioni seguite e la quantità di allenamento giornaliero hanno avuto un impatto positivo nel miglioramento della performance.

Alcune differenze. Sono state comunque rilevate alcune differenze tra i due gruppi: mentre nei pianisti la quantità di materia grigia nella corteccia uditiva primaria destra – una regione cruciale per l'elaborazione del suono − è rimasta stabile, nel gruppo di ascolto musicale è diminuita. «Non possiamo dunque concludere che la musica ringiovanisce la mente, ma solo che previene l'invecchiamento di alcune regioni specifiche», spiega Damien Marie, coordinatore dello studio. Il prossimo passo è valutare se la musica possa servire anche a persone con deterioramento cognitivo lieve a migliorare la propria condizione.

2 agosto 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us