Salute

Morbillo, Europa 2018: in sei mesi quasi doppio delle infezioni dell'intero 2017

Da gennaio a giugno il Vecchio Continente ha registrato oltre 41.000 contagi: lo scorso anno erano stati circa 24.000, e poco più di 5.000 nel 2016. Sono gli effetti pratici di focolai di sfiducia nella scienza medica e di immunizzazioni tardive: l'Italia è tra i 7 Paesi in cui si sono superati i 1.000 casi.

L'impatto di bufale e fake news è reale e oltrepassa i ristretti confini di un tweet: soltanto nei primi sei mesi del 2018 sono stati oltre 41.000 i casi di morbillo registrati in Europa, e almeno 37 le morti per le conseguenze dell'infezione.

Nel 2017 i contagi erano stati 23.927.
Nel 2016 appena 5.273.

Quello riportato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità il 20 agosto è un bollettino di guerra, considerato che l'anno è ancora nel pieno del suo corso. Soltanto nella prima metà del 2018 abbiamo registrato il più alto numero di contagi dal 2010, e l'avanzata dell'infezione è attribuibile ai bassi tassi di immunizzazione.

Una barriera che fa acqua. Il virus non può proliferare in una comunità in cui almeno il 95% della popolazione sia stato vaccinato: questa alta percentuale garantisce che i patogeni non possano circolare perché circondati da soggetti immunizzati contro di essi, e che anche le persone più deboli (perché immunodepresse, come i pazienti in chemioterapia) o che non possono essere immunizzate (come i bambini di età inferiore all'anno, nel caso del morbillo) siano comunque protette.

Fanalino di coda. L'Italia è uno dei sette Paesi, insieme a Ucraina, Francia, Georgia, Grecia, Russia e Serbia, in cui i contagi nei primi sei mesi del 2018 hanno oltrepassato il migliaio. Il numero più alto di infezioni (23.000 casi) si è registrato in Ucraina, mentre il più alto numero di decessi, 14, è avvenuto in Serbia.

Il morbillo è totalmente prevenibile con due dosi di vaccino trivalente MPR (morbillo-parotite-rosolia) da somministrare intorno all'anno di vita e con un "richiamo" attorno ai 5-6 anni. In Italia, dal 1 gennaio al 30 giugno 2018, venti Regioni hanno segnalato 2.029 casi di morbillo, inclusi 4 decessi, e 14 casi di rosolia. Come riporta il bollettino di luglio dell'Istituto Superiore di Sanità, «il 91,3% dei casi era non vaccinato al momento del contagio, il 5,4% era stato vaccinato con una sola dose. Quasi la metà (48,9%) ha sviluppato almeno una complicanza, mentre il 59,5% dei casi totali è stato ricoverato. Inoltre, 87 casi sono stati segnalati tra operatori sanitari».

Non solo puntini. Il morbillo è un'infezione altamente contagiosa causata da un virus, il Paramyxovirus, che si diffonde per via aerea, attraverso tosse e starnuti. In genere si risolve in una decina di giorni, ma lascia lunghi strascichi di vulnerabilità sul sistema immunitario, e può avere complicanze gravi - come meningiti, encefaliti (infiammazioni del cervello), epatiti, polmoniti.

26 agosto 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us