Scienza

Meningite, da disturbi visivi al vomito: occhio ai segni sospetti

Roma, 2 ago. (AdnKronos Salute) - "Mal di testa, mal di gola, febbre, disturbi visivi, vomito o rigor nucalis". Sono questi i sintomi da non sottovalutare, nel caso si sia preso parte alla Giornata mondiale della gioventù a Cracovia, dopo il decesso per meningite fulminante di una ragazza italiana. "In questi casi occorre subito farsi visitare", spiega all'Adnkronos Salute Giorgio Palù, direttore dell'Unità operativa di microbiologia e virologia dell'Azienda ospedaliera universitaria di Padova, e presidente della Società europea di virologia. "Per chi è entrato in contatto con la giovane, invece, è indicata la profilassi, che è molto semplice e si attua con una compressa di un chemioterapico, la ciprofoxacina. L'arma migliore però resta la prevenzione".

Allerta meningite, in Veneto assistiti 480 giovani rientrati da Cracovia

Nel 2014, secondo i dati dell'Istituto superiore di Sanità, sono stati segnalati 163 casi di malattia invasiva da meningococco, con un’incidenza pari a 0,27 casi per 100.000; l'incidenza risulta in linea con i due anni precedenti (0,23 nel 2012 e 0,29 nel 2013). Nella maggior parte delle Regioni l’andamento è pressoché stabile, "invece si segnala nei dati provvisori del 2015 un aumento di casi di meningococco di tipo C in giovani adulti", scrive l'Iss.

"Ogni anno ci sono alcuni focolai epidemici, come ad esempio quello in Toscana. Certo il caso della giovane morta in Lombardia e poi questo della ragazza romana suscitano scalpore, ma bisogna ricordare - dice Palù - che questo batterio, che è invasivo per natura, può essere fulminante".

L’incidenza della malattia invasiva da meningococco è maggiore nella fascia di età 0-4 anni e in particolare nel primo anno di vita (in cui l’incidenza supera i 4 casi per 100.000), ma resta elevata fino alla fascia 15-24 anni. "La miglior difesa resta la prevenzione attraverso la vaccinazione. L’informazione sul sierogruppo - sottolinea l'esperto -permette di valutare la quota prevenibile con i diversi vaccini disponibili in Italia (contro il sierotipo C, contro i sierotipi ACWY e contro il sierotipo B). E in particolare la vaccinazione contro il meningococco B è un vanto italiano, perché è stata messa a punto a Siena".

I vaccini anti-meningococco "oggi sono più sicuri dei vecchi, danno una risposta molto forte e, anche se non sono obbligatori, vengono offerti alla popolazione nelle regioni italiane. Dunque è bene vaccinarsi", conclude Palù.

2 agosto 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Le sfide della Chiesa per tutelare la propria autonomia e i suoi territori. A colpi di alleanze, scomuniche, guerre, ma anche preziose committenze ai più grandi artisti del Rinascimento, ecco come i pontefici sono stati protagonisti di secoli di storia. E ancora: quando, 100 anni fa, l'Irlanda venne divisa in due; origini, regole e curiosità degli scacchi; perché le legioni romane erano imbattibili.

 

ABBONATI A 29,90€

Quale incredibile processo ha fatto nascere la vita sul nostro pianeta? Tutte le ultime ipotesi scientifiche. Inoltre: i numeri e le mappe della pandemia che ci ha cambiato nel 2020 e cosa ci aspetta nel 2021; le nuove frontiere del cinema; i software che ci identificano in base al modo di camminare; il sesso strano del mondo animale.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us