Salute

Medicina: Chiariello, tempo alleato del cuore, in 1 caso su 5 salva la vita

Napoli, 23 feb. (Dall'inviata dell'AdnKronos Salute Raffaella Ammirati) - Il 'fattore' tempo e' il primo alleato del cuore in caso di emergenze cardiovascolari. "In un caso su 5 fa la differenza tra la vita e la morte: il tempo e' parte essenziale della cura in molti gravi eventi cardiaci", ha ricordato Luigi Chiarello, aprendo oggi alla Clinica Mediterranea di Napoli il Simposio di chirurgia cardiaca dedicato proprio alle risposte ottimali nelle emergenze cardiovascolari.

Molti gli esperti riuniti nella città campana per confrontarsi - sul piano clinico e organizzativo - sul modo migliore per affrontare queste emergenze sempre più diffuse.

"Negli ultimi decenni i progressi nella diagnosi e terapia delle malattie cardiovascolari - ha spiegato Chiariello, direttore del Centro cuore della Clinica Mediterranea - hanno consentito un miglioramento delle prospettive di sopravvivenza e di qualità della vita nella grande maggioranza dei pazienti cardiovascolari. In un consistente gruppo di pazienti, tuttavia, il beneficio di tali terapie appare strettamente legato al 'fattore tempo'. In effetti su alcuni casi, quali ad esempio l’infarto miocardico acuto, la dissezione acuta dell’aorta, il tamponamento cardiaco, non solo è necessario intervenire bene, ma anche subito: 'prima è, meglio è'".

"La dissezione aortica - ha spiegato Jacob Zeitani, cardiochirurgo del Centro cuore della Clinica Mediterranea - è un evento drammatico, 'catastrofico' che, se non operato d’urgenza, ha una mortalità del 20% a 24 ore, del 50% a 48 ore e del 90% a 30 giorni. E' importante quindi intervenire con rapidità ed è fondamentale che ci sia una diffusa coscienza nella popolazione che 'prima è, meglio è' e che la rete delle emergenze cardiovascolari debba essere capillare e capace di rispondere a ogni emergenza".

23 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us