Salute

L'ernia del disco è un problema evolutivo

Secondo un recente studio alcune patologie della schiena potrebbero essere legate all'evoluzione verso il bipedismo.

Si stima che il 40% della popolazione mondiale soffra, prima o poi nel corso della vita, del cosidetto mal di schiena. La lombalgia è in effetti uno dei dolori più diffusi, e anche tra i più difficili da alleviare. Classificata a seconda della durata, non ha una univoca causa scatenante ma la ricerca ha probabilmente identificato l'origine. Secondo uno studio pubblicato su BMC Evolutionary Biology i problemi legati alla schiena, e in particolare l'ernia del disco, hanno probabilmente a che fare con l'evoluzione della spina dorsale.

Su due piedi. Gli umani sono molto più affetti da patologie alla schiena di quanto non lo siano gli altri primati. Questo dato aveva già portato gli scienziati a pensare che vi sia un collegamento con il bipedismo. Questo recente studio si spinge oltre, ipotizzando che le persone più soggette all'ernia del disco hanno una spina dorsale più simile a quella dei nostri predecessori quadrupedi, quindi meno adatta al bipedismo.

Somiglianze. Gli studiosi hanno provato a dimostrarlo analizzando gli scheletri di scimpanzé, oranghi e umani con e senza problemi di dolore alla schiena. Dalle analisi è emerso che l'ultima vertebra toracica e la prima vertebra lombare degli umani sani sono chiaramente distinguibili da quelle degli altri primati, mentre quelle degli umani con patologie sono molto simili a quelle degli scimpanzé.

Meno evoluti? Il professor Collard (Universtità di Aberdeen), tra gli autori dello studio, ha dichiarato che queste analisi dimostrano che «le vertebre degli umani con problemi al disco sono più simili nella forma a quelle del primato a noi più vicino, lo scimpanzé» e questo potrebbe significare, prosegue «che le vertebre con patologie in alcune persone potrebbero indicare che sono meno adattate alla posizione eretta».

Se così fosse, i medici avrebbero uno strumento in più per prevenire questo tipo di disturbi.

27 aprile 2015 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us