Salute

Lacrimogeni ai tempi della CoViD-19: i rischi per la salute

I medici mettono in guardia: i danni ai polmoni provocati dai gas lacrimogeni potrebbero esporre i manifestanti a maggiori rischi di contrarre il coronavirus SARS-CoV-2.

Nuove preoccupazioni – come se non bastassero quelle che ci sono già – scuotono il mondo medico e scientifico: con l'esacerbarsi delle proteste oltreoceano, legate al movimento antirazzista Black Lives Matter (#BLM), in concomitanza con la crisi sanitaria mondiale, gli esperti mettono in guardia dalle possibili ripercussioni che l'uso di gas lacrimogeni potrebbe avere sulla salute dei manifestanti. I dottori temono che le grandi quantità di lacrimogeno utilizzate dalla polizia potrebbero danneggiare i polmoni di chi protesta, esponendoli a maggiori rischi di contrarre la CoViD-19.

Danni polmonari. I lacrimogeni contengono agenti irritanti e sono spesso causa di diverse malattie respiratorie, tra cui polmonite e bronchite: anche per questo motivo nel 1993 la Convenzione sulle Armi Chimiche ne ha proibito l'uso nell'ambito di conflitti internazionali. «Esponendosi a lungo ai lacrimogeni, si possono riportare danni respiratori piuttosto gravi», afferma Howard Hu, epidemiologo dell'Università di Washington. Gli esempi non mancano: nel 2013, 37 detenuti sono morti asfissiati dopo aver inalato ingenti quantità di gas lacrimogeno; la scorsa settimana a Columbus, Ohio, è stata aperta un'indagine sulla morte di un manifestante di 22 anni, deceduto in ospedale dopo aver respirato i fumi irritanti dei gas lanciati dalla polizia.

Covid e lacrimogeni: un territorio ancora inesplorato. «È possibile che, con le vie aeree irritate dai gas lacrimogeni, si sia più predisposti a contrarre la CoViD-19? Forse», spiega Anna Nolan, pneumologa alla New York University School of Medicine. «Tuttavia, nessuno ha ancora studiato le due cose in combinazione». Nel dubbio, i medici consigliano ai manifestanti di stare molto attenti, specie se soffrono già di patologie polmonari. Valutare i rischi a lungo termine è complicato, perché gli effetti duraturi dei gas lacrimogeni non sono mai stati documentati: «Ci troviamo in un territorio inesplorato», afferma Hu.

In casa. Un altro aspetto da non sottovalutare è il rischio che corre chi vive nei quartieri animati dalle proteste del movimento #BLM: le nuvole di gas lacrimogeno che entrano nelle case possono essere pericolose per chi vi abita, dal momento che le sostanze chimiche contenute nei gas possono rimanere su tessuti e pelle fino a 72 ore. «Come pneumologa, mi sembra chiaro che evitare di utilizzare gas irritanti su chi protesta pacificamente sarebbe la soluzione migliore e limiterebbe i rischi», afferma Rohini Haar, ricercatrice della UC Berkeley.

30 giugno 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us