Salute

La seconda vita dell'aspirina, potrebbe aiutare a combattere la depressione

Lo suggerisce uno studio dell'Università di Cambridge pubblicato su 'Jama Psychiatry'. Disagio mentale, in Europa è 'pandemia': 165 mln con disturbi

Roma, 12 mag. (AdnKronos Salute) - Un'aspirina per contrastare la depressione. Lo suggerisce uno studio dell'Università di Cambridge pubblicato su 'Jama Psychiatry'. Secondo i ricercatori è possibile curare il 'male oscuro' con farmaci anti-infiammatori non steroidei, come l'acido acetilsalicilico e l'ibuprofene, fornendo così un'alternativa più 'soft' ai pazienti rispetto alle terapie con antidepressivi. Il punto di partenza dello studio è la presenza di depressione nei soggetti con elevati livelli di infiammazione a lungo termine.

Gli scienziati - riporta il 'Daily Mail' - hanno arruolato per la loro ricerca 4.500 bambini nati a Bristol negli anni '90. Hanno prelevato campioni di sangue quando i ragazzi avevano 9 anni per controllare i livelli d'infiammazione con il test dell' interleuchina-6, una proteina che viene rilasciata dall'organismo in risposta ad un'infezione. I ragazzi sono stati seguiti nei nove anni successivi (fino a 18 anni) per verificare se c'è erano stati episodi di depressione. Ebbene, chi aveva alti livelli d'infiammazione a nove anni una volta raggiunta la maggiore età avevano il doppio di possibilità di sviluppare una depressione.

Secondo Golam Khandaker, il neuroscienziato autore dello studio, "il nostro sistema immunitario si comporta come un termostato: ha valori bassi per la maggior parte del tempo, ma si alza quando c'è un'infezione. Poi però - sottolinea - in alcune persone il termostato è sempre impostato leggermente più in alto comportandosi come se fosse in atto una infezione persistente di basso livello. Queste persone - conclude - sembrano essere a più alto rischio di sviluppare la depressione".

12 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us