Salute

La seconda vita dell'aspirina, potrebbe aiutare a combattere la depressione

Lo suggerisce uno studio dell'Università di Cambridge pubblicato su 'Jama Psychiatry'. Disagio mentale, in Europa è 'pandemia': 165 mln con disturbi

Roma, 12 mag. (AdnKronos Salute) - Un'aspirina per contrastare la depressione. Lo suggerisce uno studio dell'Università di Cambridge pubblicato su 'Jama Psychiatry'. Secondo i ricercatori è possibile curare il 'male oscuro' con farmaci anti-infiammatori non steroidei, come l'acido acetilsalicilico e l'ibuprofene, fornendo così un'alternativa più 'soft' ai pazienti rispetto alle terapie con antidepressivi. Il punto di partenza dello studio è la presenza di depressione nei soggetti con elevati livelli di infiammazione a lungo termine.

Gli scienziati - riporta il 'Daily Mail' - hanno arruolato per la loro ricerca 4.500 bambini nati a Bristol negli anni '90. Hanno prelevato campioni di sangue quando i ragazzi avevano 9 anni per controllare i livelli d'infiammazione con il test dell' interleuchina-6, una proteina che viene rilasciata dall'organismo in risposta ad un'infezione. I ragazzi sono stati seguiti nei nove anni successivi (fino a 18 anni) per verificare se c'è erano stati episodi di depressione. Ebbene, chi aveva alti livelli d'infiammazione a nove anni una volta raggiunta la maggiore età avevano il doppio di possibilità di sviluppare una depressione.

Secondo Golam Khandaker, il neuroscienziato autore dello studio, "il nostro sistema immunitario si comporta come un termostato: ha valori bassi per la maggior parte del tempo, ma si alza quando c'è un'infezione. Poi però - sottolinea - in alcune persone il termostato è sempre impostato leggermente più in alto comportandosi come se fosse in atto una infezione persistente di basso livello. Queste persone - conclude - sembrano essere a più alto rischio di sviluppare la depressione".

12 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us