Salute

La pressione si misura sulla punta delle dita

Un dispositivo ancora in fase sperimentale riesce a fare la lettura grazie a due sensori e una applicazione sul cellulare.

Con uno smartphone e una app, ormai sembra si possa fare davvero di tutto. Persino misurare la pressione: a pensare a questa soluzione è stato un gruppo di ricercatori di alcune università americane e sudcoreane, e il loro dispositivo è descritto sulla rivista Science Translational Medicine.

Ipertesi senza saperlo. Perché un nuovo apparecchio per misurare la pressione? Quelli esistenti non funzionano già? Il problema è che, stando alle statistiche epidemiologiche, l'ipertensione è in gran parte un problema sommerso. Molte delle persone che hanno livelli di pressione sanguigna considerati a rischio, non ne sono consapevoli. Il fatto che il monitoraggio con gli strumenti classici venga solitamente fatto in ambulatorio dal medico contribuisce almeno in parte al problema.

Il dispositivo per il monitoraggio in tempo reale della pressione sanguigna. © Anand Chandrasekhar

Cover e sensori. Il nuovo dispositivo è costituto da una custodia per il telefonino stampata in 3D cui sono applicati un sensore ottico e un sensore di pressione. Premendo con un dito sopra di essi, i due sensori riescono a misurare la pressione in un'arteria del dito nello stesso modo in cui farebbe il classico manicotto, strizzando il braccio.

I sensori sono connessi al telefono che, attraverso un'applicazione dedicata, esegue la lettura dei valori di pressione sistolica e diastolica (la "massima" e la "minima"), senza bisogno di altri strumenti esterni.

Preciso come gli altri. Finora il dispositivo è stato testato soltanto su una trentina di persone. Non sembra che ci siano stati particolari problemi nell’imparare a utilizzarlo, e la lettura della pressione ha mostrato un'accuratezza paragonabile a quella degli apparecchi tradizionali.

13 marzo 2018 Chiara Palmerini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us