Speciale
Domande e Risposte
Salute

La pasta scotta fa ingrassare?

Scotta non piace ai buongustai, ma ci sono altri buoni motivi per i quali è meglio non cuocere troppo la pasta - e ne guadagna soprattutto la salute.

Chi cerca di mantenere la linea ma allo stesso tempo non vuole rinunciare a una piccola porzione di pasta, è meglio che la mangi al dente, perché la pasta scotta o troppo cotta provoca un brusco innalzamento degli zuccheri nel sangue e fa perciò ingrassare. Se infatti per la pasta al dente l'indice glicemico si ferma a 41, quando è troppo cucinata questo può salire di molto.

 

Focus D&R 37
Da un articolo di Ilaria Prada su Focus D&R 64 (primavera 2020), in edicola e in digitale. © Focus

come colla. Succede perché, durante la cottura, l'acqua bollente idrata i granuli di amido, stretti in una rete proteica (il glutine), rendendo la pasta non troppo morbida, ma abbastanza da essere masticata. Più a lungo la pasta viene cucinata, più le molecole di amido vengono scomposte e più velocemente, mangiandola, il corpo assimilerà i carboidrati, causando un picco di zucchero nel sangue.

 

Non solo: la pasta scotta risulta anche meno digeribile perché tende a formare un impasto colloso, che gli enzimi digestivi faticano a disgregare e che transita in modo difficoltoso nel tratto intestinale.

 

Meno nutriente. Se la pasta è troppo cotta, infine, è anche meno nutriente. Secondo una ricerca della Columbia University, quando i legami tra le molecole vengono danneggiati dalla cottura prolungata la pasta ha meno vitamine del gruppo B, quelle che aiutano a produrre l'energia di cui il corpo ha bisogno.

 

12 maggio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us