Salute

La forfora? Colpa di uno squilibrio batterico

La prevalenza dello Staphylococcus sembra favorirne la comparsa: tenendo a bada il suo antagonista, il Propionibacterium, si contengono i danni. Meno shampoo, più yogurt!

La prossima volta che vedete "nevicare" su una giacca blu, sappiate che potrebbe esserci una battaglia in corso sul vostro cuoio capelluto. In base all'ultimo studio sulla salute dello scalpo, all'origine della forfora ci sarebbe uno sbilanciamento della flora batterica di quest'area della cute, in particolare una proliferazione eccessiva degli staffilococchi.

Un altro colpevole. Finora si pensava che a causare il comune problema fosse un gruppo di lieviti, i Malassezia, che nutrendosi del sebo (la sostanza grassa che riveste la cute) producono acido oleico, il quale a sua volta irrita la pelle e la spinge a sfaldarsi. Ma Menghui Zhang, della Shanghai Jiao Tong University, ha verificato che i Malassezia sono presenti anche sulla cute di chi non ha forfora. Ci deve essere, quindi, un'altra causa.

Equilibrio alterato. Il ricercatore ha collezionato la forfora di 59 persone tra i 18 e i 60 anni di età, che non lavavano i capelli da due giorni. Analizzandone il DNA, si è accorto che non erano i lieviti a fare la differenza, bensì i batteri. I due più comuni sulla testa di tutti erano ceppi di Propionibacterium e Staphylococcus. Ma se nelle persone senza forfora i Propionibacterium costituiscono il 71% della flora e gli staffilococchi il 26%, nei produttori di forfora gli equilibri sono diversi, con i Propionibacterium al 50% e gli staffilococchi al 44%.

Questo è il mio spazio, quello il tuo. Insomma lo yin e lo yang della cute possono arginare l'uno la crescita dell'altro. E per impedire che la pelle si sbricioli è bene contenere la crescita di staffilococchi. Come? Intanto proteggendo il sebo, che sembra nutrire i Propionibacterium: la forfora mostra infatti una prevalenza a manifestarsi dopo i 40 anni, quando la produzione di sebo diminuisce.

Impacchi a colazione. Poi, mettendo a punto shampoo che prendano di mira gli staffilococchi, favorendo i rivali. E non è detto debbano per forza essere shampoo. Uno studio del 2013 ha visto impiegare un particolare tipo di yogurt per proteggere la pelle da un batterio resistente agli antibiotici tipico degli ospedali, lo Staphylococcus aureus. In futuro, forse, potremmo ritrovarci a frizionare la cute con yogurt e balsamo.

13 maggio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us