Salute

L'esperto dell'Oms: "Nessun cibo va eliminato semmai limitato"

Milano, 27 ott. (AdnKronos Salute) - "Del cibo sappiamo che alcuni elementi, a causa del modo in cui vengono preparati e lavorati, possono portare a problemi di salute, se magari sono assunti in modo eccessivo. Questi prodotti non vanno però eliminati, ma senz'altro limitati". Lo dichiara Oleg Chestnov, vice direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, intervenuto oggi all'Expo di Milano alla conferenza internazionale 'Nutrire il Pianeta, nutrirlo in salute', la due giorni che conclude l'impegno del ministero della Salute per l'Esposizione universale.

Il messaggio dell'Oms sulconsumo di carne rossa , precisa l'esperto, "è indirizzato soprattutto ai politici, perché possano autoregolare la materia all'interno degli stessi Paesi. Dobbiamo pensare che non è tutto per forza bianco o nero, ma bisogna capire qual è il giusto equilibrio, e penso che sia un argomento che deve entrare nell'agenda della ricerca scientifica".

Oggi, spiega Chestnov, "una persona su 9 nel mondo ha una cattiva alimentazione e più di 160 milioni di bambini sotto i 5 anni soffrono di malnutrizione cronica, mentre più di mezzo miliardo di persone sono obese. La causa dei problemi attuali di nutrizione è un sistema alimentare che 'si è rotto' e che non sta promuovendo diete sane. La seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione (Icn2) ha impostato una visione del mondo dove ognuno ha accesso a stili alimentari economicamente accessibili, diversificati, sicuri e salutari".

Ora, conclude l'esperto Oms, "abbiamo bisogno di agire e contiamo sulla leadership del Governo italiano e sul potenziale generato dal grande successo di Expo 2015 per assicurare il sostegno ad azioni finalizzate a migliorare la nutrizione e il sistema alimentare".

27 ottobre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us