Salute

L'avvocato: Consulta potrebbe delegare a Parlamento la riscrittura della legge 40

Il legale Costantini: "Sarà necessario capire se la Corte Costituzionale ha colmato un vuoto, e quindi ha indicato la possibilità di effettuare la diagnosi da subito, oppure ha ritenuto di demandare al Parlamento la riscrittura della norma

Roma, 15 mag. (AdnKronos Salute) - "La Corte europea già si era pronunciata sull'incongruità della legge italiana. Adesso sarà necessario capire se la Corte Costituzionale ha colmato un vuoto, e quindi ha indicato la possibilità di effettuare la diagnosi da subito, oppure ha ritenuto di demandare al Parlamento la riscrittura della norma". A dirlo all'Adnkronos Salute Maria Paola Costantini, avvocato e referente di Cittadinanzattiva per la Pma, dopo "la notizia sulla decisione della Consulta in merito alla diagnosi pre-impianto e l'incostituzionalità della legge 40/2004 che non prevede l'accesso per le coppie fertili portatrici di malattie genetiche e le costringe spesso a rinunciare a un figlio o a un aborto terapeutico". All'indiscrezione trapelata ieri, a quanto si apprende, seguirà a breve la pubblicazione della sentenza con le motivazioni e i dettagli della decisione.

"Speriamo in entrambi i casi - spiega il legale, che ha rappresentato altre coppie di fronte alla Consulta contro la legge 40 - che il legislatore, e quindi Governo e Parlamento, intervengano assicurando soprattutto alle coppie meno abbienti l'accesso. Non vorremmo che, come accaduto per la fecondazione eterologa, ci sia un ennesimo stallo, con le Regioni che decidono ognuna per sé con una grave discriminazione sociale ed economica".

15 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us