Salute

L'appello, ricorrere a veterinari specializzati per catturare l'orso in Trentino

Roma, 15 giu. (AdnKronos Salute) - "La gestione di un orso richiede competenze veterinarie altamente specializzate, non è un mero atto amministrativo". I medici della Società italiana veterinari per animali esotici (Sivae), che si erano già espressi dopo il 'caso Daniza', ribadiscono la loro posizione in seguito all'aggressione a uomo da parte di un orso bruno, avvenuta la settimana scorsa settimana in provincia di Trento, e le conseguenti ricerche dell'animale.

"La cattura di un orso bruno deve essere eseguita da una équipe che comprenda medici veterinari specializzati in animali selvatici e protetti e con competenze specifiche di telenarcosi, sedazione e gestione sanitaria e comportamentale pre e post-cattura". Dopo le dichiarazioni del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi - che si è già detto pronto ad assumersi, "in via autonoma", le responsabilità del caso, ma anche a "cambiare le regole del progetto" - la Sivae lo invita a rafforzare il team di intervento. "Non è nostro compito intervenire nel merito delle scelte amministrative, ma incoraggiamo il presidente Rossi a fare in modo che ogni intervento sull'orso sia deciso ed eseguito con l'assistenza specializzata di medici veterinari", afferma il presidente della società, Giordano Nardin.

"Non si tratta affatto di strumentalizzare - prosegue Nardini - Al contrario, pensiamo che la competenza possa aiutare l'amministrazione ad assumere le responsabilità del caso minimizzando i rischi d'intervento, che non sono mai assenti, ma possono essere contenuti. La Sivae invita a prendere le decisioni più consone agli obiettivi di tutela dell'incolumità pubblica e di un esemplare protetto avvalendosi di medici veterinari specializzati", conclude il presidente. La Sivae si mette a disposizione delle autorità trentine fin dalla fase in corso, che prevede di identificare e riconoscere l'esemplare responsabile dell'aggressione.

15 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us