Salute

L'ansia si eredita dai genitori, uno studio spiega come

Roma, 7 lug. (AdnKronos Salute) - Nelle scimmie Rhesus - proprio come nei loro 'cugini' umani - i genitori ansiosi hanno più probabilità di avere una prole ansiosa. E un nuovo studio condotto su una famiglia allargata di primati fornisce importanti informazioni su come il rischio di sviluppare stati ansiosi e depressione venga trasmesso dai genitori ai figli. Lo studio è del Dipartimento di Psichiatria e dell'Health Emotions Research Institute della University of Wisconsin-Madison e mostra come un circuito iperattivo del cervello che coinvolge tre aree cerebrali venga ereditato di generazione in generazione, e potrebbe preparare il terreno per lo sviluppo di ansia e disturbi depressivi.

Lo studio è stato pubblicato questa settimana sui Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas). Studiando circa 600 giovani scimmie rhesus da una famiglia multi-generazionale, gli scienziati hanno scoperto che circa il 35% della variazione della tendenza ansiosa si spiega con la storia familiare. Per capire quali regioni del cervello siano responsabili del passaggio dell'ansia di generazione in generazione, gli autori hanno misurato il comportamento ansia-correlato con varie tecniche di brain imaging. Hanno esposto le giovani scimmie a una situazione leggermente minacciosa. Hanno sfruttato dunque la Pet per identificare le regioni cerebrali in cui l'incremento del metabolismo potesse predire i livelli di ansia di ciascun individuo.

Usando un approccio di correlazione genetica, gli autori hanno trovato il circuito neurale in cui il metabolismo e un temperamento ansioso nelle prime fasi di vita rischiano di condividere la stessa base genetica. Esso coinvolge tre regioni del cervello legate alla sopravvivenza: il tronco cerebrale, la parte più primitiva del cervello; l'amigdala, il centro della paura nel cervello; la corteccia prefrontale, che è responsabile del livello più alto di ragionamento ed è completamente sviluppata solo negli esseri umani e nei loro cugini primati. "Riteniamo che in una certa misura, l'ansia possa fornire un vantaggio evolutivo, perché aiuta un individuo a riconoscere ed evitare pericolo, ma quando i circuiti sono più attivi, diventa un problema e può provocare disturbi depressivi", spiegano gli autori.

Sorprendentemente, questo studio ha rilevato che era la funzione di queste strutture cerebrali - e non la loro dimensione - a essere responsabile del trasferimento genetico di un temperamento ansioso. "Ora che sappiamo dove guardare, saremo in grado di sviluppare una migliore comprensione delle alterazioni molecolari che danno origine a funzioni cerebrali ansia-correlate. E' confermato che i nostri geni modellano il nostro cervello per contribuire a rendere noi stessi ciò che siamo", concludono gli studiosi.

7 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us