Salute

Jogging estivo: come si adatta il corpo all'afa?

Che cosa succede all'organismo quando si esce a correre alle alte temperature estive? Ecco come fanno i professionisti della corsa a sopportarle, e le regole di buon senso per non strafare.

Correre anche quando fa molto caldo non è inusuale: molte gare di corsa si svolgono a temperature medie di 25 °C o più (per esempio in Kenya, in Etiopia e in Giappone). Per le categorie più a rischio, come anziani, bambini o donne in gravidanza, così come per i soggetti non allenati, rimane in generale un'attività sconsigliata. Tuttavia, con il dovuto allenamento e nelle giuste condizioni fisiche, e se si osservano alcuni accorgimenti di buon senso e si impara ad ascoltare il proprio corpo, si può sostenere una corsa anche a temperature superiori.

La nostra temperatura corporea ideale è di 37 °C: quando si corre a 30-35 °C, per evitare di surriscaldarsi, il corpo umano inizia a sudare, favorendo la dispersione di calore (ma anche di liquidi: da qui il rischio di disidratazione). I vasi sanguigni si dilatano per massimizzare l'afflusso di sangue in superficie, ed ecco perché quando siamo sottoposti a sforzo fisico d'estate diventiamo rossi e con le vene ben in vista.

Meno risorse. Di conseguenza, però, rimane meno sangue a disposizione per i muscoli e per il cuore. Correre alle alte temperature può favorire crampi muscolari e un senso di spossatezza che con un clima più mite non avvertiremmo. Fortunatamente il corpo umano è capace di adattarsi a temperature diverse, e con l'allenamento si finisce col perdere minori quantità di sali minerali attraverso il sudore e col diminuire le pulsazioni sotto sforzo.

Non improvvisare. Per tutti, le regole sono evitare le ore centrali del giorno - prediligendo, per esempio, la sera o il mattino presto - mantenere una corretta idratazione, avere un'andatura rilassata, indossare abiti traspiranti e anche avere pazienza: il corpo umano impiega fino a due settimane per adeguarsi a un cambio di temperature.

25 giugno 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us