Salute

Basta eliminare un cucchiaino di sale al giorno per combattere l'ipertensione

Togliere dalla dieta l'equivalente di un cucchiano di sale al giorno ha sulla pressione sanguigna un effetto comparabile a quello dei farmaci.

Prendete un cucchiaino di media grandezza dalla dispensa, riempitelo di sale e riversate il contenuto in pattumiera: vi siete appena allenati a combattere l'ipertensione. Basta un cucchiaino da tè di sale in meno al giorno per ottenere, in poco tempo, un calo della pressione sanguigna paragonabile a quello raggiunto attraverso i farmaci. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista scientifica JAMA, secondo il quale questo taglio ha un effetto benefico anche su chi già assume medicinali per regolare la pressione sanguigna.

Male non fa. Il merito del lavoro, coordinato dai ricercatori della Northwestern University (Illinois, USA) è aver dimostrato che chiunque può ottenere una riduzione della pressione sanguigna diminuendo l'apporto di sale nell'alimentazione: anche chi già assume farmaci contro l'ipertensione. Fino a oggi non era chiaro se l'introduzione di una dieta a basso contenuto di sale fosse efficace anche per chi è già in cura per la pressione alta.

Ben oltre il limite. L'OMS raccomanda di consumare complessivamente meno di 5 grammi di sale al giorno (più o meno quanto un cucchiaino da tè!). Tuttavia, in Italia il consumo medio giornaliero è due-tre volte superiore, considerando che il 64% del sale che mangiamo è assunto attraverso i prodotti alimentari presenti sul mercato, come i prodotti da forno, i formaggi o i salumi. L'eccesso di sale provoca un aumento della pressione arteriosa con il conseguente rischio di patologie a carico dell'apparato cardio e cerebrovascolare: è proprio l'ipertensione, cioè l'aumento protratto di un'elevata pressione del sangue nelle arterie, la prima causa di morte a livello globale.

Effetto rapido. Nel corso dello studio, 213 partecipanti di mezza età (dai 50 ai 70 anni) sono stati assegnati per una settimana a una dieta ricca o povera di sodio: la prima aggiungeva 2.200 milligrammi di sale al giorno all'apporto normalmente consumato, la seconda prevedeva l'assunzione di 500 milligrammi totali di sale al giorno. Dopo appena 7 giorni, il 72% dei partecipanti reduci da una dieta iposodica aveva ottenuto una riduzione della pressione sanguigna sistolica rispetto ai valori registrati solitamente. Il calo è stato di circa 6 millimetri di mercurio (mm Hg), un effetto simile a quello prodotto dai comuni farmaci per il controllo della pressione sanguigna.

Una buona regola (per tutti). Ma una riduzione è stata osservata su tutti i partecipanti tenuti lontani dal sale, inclusi coloro che già seguivano una terapia farmacologica contro l'ipertensione. «Così come qualunque forma di attività fisica è meglio di niente per la maggior parte delle persone, qualunque riduzione di sodio dalla dieta corrente è probabilmente meglio di niente per la pressione sanguigna, nella maggior parte delle persone», commenta Deepak Gupta, tra gli autori dello studio.

15 novembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us