Speciale
Domande e Risposte
Salute

Insonnia? Metti l'odore del partner sul cuscino

Se l'ora legale, il jet leg o solo tanto stress vi causano insonnia, provate a seguire il consiglio di un gruppo di ricercatori canadesi. Vale solo per chi ha un partner, però...

Che sia il cambio di orario per l'ora legale o per il jet leg, o solo tanto stress, l'insonnia è un tormento. Ma se non funzionano valeriana e melatonina, esercizi rilassanti e respiri profondi, e nemmeno le care e vecchie pecorelle da contare, provate con ciò che suggerisce un esperimento di un gruppo di ricercatori dell'Università della British Columbia (Canada). Secondo lo studio canadese, usare come federa una maglietta usata dal partner può garantire un sonno migliore... Attenzione però, il rimedio, omeopaticissimo, è consigliato solo chi ha una serena relazione amorosa col partner. In caso contrario potrebbe sortire l'effetto opposto.

Focus 330
Leggi Focus 330, in edicola e in digitale © Focus

Magliette e placebo. Per l'esperimento, i ricercatori hanno chiesto a un campione di uomini e donne di indossare una T-shirt di cotone per un giorno. I volontari potevano fare la loro vita di sempre, tranne svolgere pesante esercizio fisico o mangiare cibi ricchi di spezie (per non dare più odore al sudore). Dopodiché gli scienziati hanno messo sottovuoto le magliette.

A distanza di pochi giorni gli studiosi hanno contattato i partner dei volontari. Ad alcuni hanno dato la maglietta usata, ad altri invece una T-shirt che non aveva indossato nessuno. A tutti hanno detto di avvolgerla attorno al cuscino per dormire la notte.

Sogni d'oro. Infine, hanno misurato, con un apparecchio apposito, la qualità del sonno dei partecipanti e hanno rilevato che in media la maglia del partner regalava nove minuti in più di sonno, poiché c'erano meno microrisvegli. Insomma, il sonno era meno agitato rispetto alle notti standard. Provare per credere...

30 marzo 2020 Raffaella Procenzano
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us