Salute

Infermiere di Emergency positivo al test Ebola, l'associazione: "E' in buone condizioni"

Lo annuncia in una nota il ministero della Salute. In attesa di essere trasferito allo Spallanzani di Roma, l'infermiere aveva lavorato nel Centro di cura dei malati di Ebola in Sierra Leone ed era arrivato in Sardegna l'8 maggio scorso. L'esperto: "Virus cambia pelle, più complesso riconoscerlo". G ino Strada lo scorso aprile: "L'epidemia è stata finalmente vinta". Fabrizio Pulvirenti, medico di Emergency guarito da Ebola: "Mi sembra di rivivere i giorni della mia malattia

Roma, 12 mag. (AdnKronos Salute) - Ha contratto l'Ebola l'infermiere di Emergency che ha prestato servizio in Sierra Leone ed era ricoverato da qualche giorno a Sassari. Il paziente, riferisce il ministero della Salute in una nota, è risultato positivo al test Ebola eseguito nel pomeriggio di oggi al centro Lazzaro Spallanzani di Roma. L'esperto: "Virus cambia pelle, più complesso riconoscerlo".

Il campione di sangue è arrivato a Roma nella tarda mattinata di oggi dalla Sardegna. L’infermiere, che aveva lavorato nel Centro di cura dei malati di Ebola in Sierra Leone ed era arrivato in Sardegna l’8 maggio, ha effettuato l'automonitoraggio delle proprie condizioni di salute, come previsto dai protocolli del ministero della Salute e di Emergency e ha manifestato i primi sintomi nella tarda serata di domenica scorsa.

L’operatore, ricoverato da 48 ore presso il nuovo reparto di malattie infettive dell’ospedale di Sassari, è adesso in attesa di trasferimento all’Ospedale Spallanzani di Roma. Gino Strada annunciava lo scorso aprile: "L'epidemia è stata finalmente vinta".

EMERGENCY - "Il paziente, è in buone condizioni generali, verrà trasferito a breve all’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per essere sottoposto al trattamento medico con un volo in alto bio-contenimento". Così riferisce Emergency.

"Non appena ha manifestato i primi sintomi, domenica 10 maggio in tarda serata, il nostro collega ha applicato le procedure per l’isolamento, come previsto dai protocolli del ministero della Salute e dalle linee guida di Emergency. L’operatore effettuava regolarmente l’automonitoraggio delle proprie condizioni e questo ha permesso di intervenire tempestivamente per evitare un possibile contagio. Ricordiamo che il virus Ebola è contagioso solo dopo l’insorgenza dei sintomi e che viene trasmesso esclusivamente attraverso il contatto diretto con fluidi corporei", sottolinea l'associazione.

"Ulteriori aggiornamenti sullo stato di salute del nostro collega verranno forniti ogni giorno dalla direzione dell'Istituto Spallanzani", scrive in un comunicato Emergency sottolineando che "per rispetto della privacy del paziente e della sua famiglia, per il momento l'associazione non rilascerà altri dettagli".

IL MEDICO ITALIANO GUARITO DAL VIRUS - "Mi sembra di rivivere i giorni della mia malattia. Speriamo che vada tutto bene, come nel mio caso: è nelle migliori mani d'Italia". Commenta così all'Adnkronos Salute Fabrizio Pulvirenti, medico di Emergency guarito da Ebola dopo le cure all'Istituto Spallanzani di Roma. "E' un collega, ho appena avuto la notizia da un'altra collega che mi ha chiamato dalla Sierra Leone, e stavo per telefonare allo Spallanzani", dice Pulvirenti.

"Io sono arrivato in Italia dalla Sierra Leone già con una diagnosi di Ebola", ricorda il medico, che in questi momenti ha l'impressione di rivivere le settimane della malattia.

"Potrebbe servire il siero dei pazienti guariti - concorda Pulvirenti - che allo Spallanzani comunque hanno già".

12 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us