Salute

In albergo dormiamo... come i delfini

Uno dei due emisferi cerebrali ha un sonno meno profondo nella prima notte che trascorriamo fuori casa.  

Passare la notte in un letto diverso da quello abituale, per esempio in albergo o comunque fuori casa, rende il nostro cervello addormentato simile a quello dei delfini e di certi uccelli. A differenza di quanto accade normalmente, infatti, uno dei due emisferi – il sinistro – gode di un sonno meno profondo. Resta, insomma, semi-vigile e più sensibile ai rumori, ed è per questo che al mattino si può avere la sensazione di aver dormito male. Lo hanno scoperto alcuni ricercatori della Brown University di Providence, negli Usa, che hanno pubblicato il risultato sulla rivista Current Biology.

Per difesa. «Nell'uomo, il fenomeno potrebbe avere un significato analogo a quello che ha nei mammiferi marini e negli uccelli, che così mantengono un monitoraggio sull'ambiente nelle ore in cui sarebbero più vulnerabili ai predatori» sostengono gli autori dello studio. E potrebbe essere un'eredità del passato, quando anche i nostri avi potevano subire attacchi notturni, più frequenti quando non erano al riparo nei loro rifugi abituali.

La prima notte soltanto. Gli esperimenti hanno coinvolto 11 volontari, la cui attività cerebrale è stata scandagliata mentre dormivano in un luogo non familiare. In particolare, è stato registratala fase non-rem, durante la quale non si sogna, e che meglio riflette la profondità del sonno. Anche se il grado di asimmetria nell'attività dei due emisferi era inferiore a quello che si osserva nei mammiferi marini, la differenza balzava all'occhio e ha sorpreso gli stessi ricercatori. Il fenomeno si è presentato in tutti i soggetti analizzati, ma era più marcato in chi, oltre a non riposare bene, faceva anche più fatica ad addormentarsi. La situazione, comunque, si normalizzava già a partire dalla seconda notte.

21 aprile 2016 Margherita Fronte
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us