Salute

Il virus della covid "infiamma" il cervello come il Parkinson

Il virus della covid attiva nelle cellule immunitarie del cervello lo stesso meccanismo infiammatorio osservato in alcune malattie neurodegenerative.

Nebbia mentale, difficoltà di memoria e di concentrazione, problemi all'olfatto. Da tempo è chiaro che la covid, anche contratta in forma lieve, può avere un impatto sul cervello: molte difficoltà riferite dai pazienti con long covid sono, non a caso, proprio sintomi neurologici. Uno studio appena pubblicato su Molecular Psychiatry aggiunge un tassello in più a queste preliminari conoscenze sui danni del SARS-CoV-2: il virus sarebbe capace di scatenare nel cervello una catena di reazioni infiammatorie simile a quelle di alcune malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer.

Una reazione esagerata. Un gruppo di scienziati dell'Università del Queensland (Australia) ha studiato gli effetti del virus della covid sulla microglia, l'insieme di cellule immunitarie del cervello coinvolto in vari modi nella progressione delle demenze e di altre malattie neurodegenerative. Il team ha fatto moltiplicare cellule della microglia in laboratorio e le ha poi infettate con il SARS-CoV-2: all'interno delle cellule si sono formati inflammasomi, complessi multiproteici capaci di attivare una serie di reazioni infiammatorie che producono, in ultimo luogo, la morte cellulare. Con il tempo e nelle persone predisposte a sviluppare malattie neurodegenerative, questa silenziosa ecatombe di neuroni può favorire l'insorgere di condizioni come le demenze o il Parkinson.

Fattore di rischio. La ricerca suggerisce che il virus della covid interagisca direttamente con la microglia e che possa attivare in essa la stessa risposta infiammatoria che si scatena in alcune malattie neurodegenerative e che contribuisce al loro sviluppo. «Quindi, se qualcuno è già predisposto al Parkinson, avere la covid potrebbe essere come gettare più benzina sul fuoco nel cervello», spiega Trent Woodruff, autore dello studio. «Lo stesso potrebbe valere per chi è predisposto all'Alzheimer e ad altre demenze collegate agli inflammasomi».

Un aiuto dalla chimica. La scoperta, che ha il limite di essere stata effettuata in vitro e non su modelli viventi di uomo o animale, potrebbe aprire scenari preoccupanti sulla futura salute pubblica, dato il numero esorbitante di persone che ormai hanno contratto la covid. La buona notizia è però che alcuni inibitori dei processi infiammatori attualmente testati in studi clinici sembrerebbero bloccare questa catena di reazioni, sia nei topi infettati dalla covid sia nelle cellule della microglia contagiate apposta dal virus in laboratorio. In futuro potremmo quindi disporre di farmaci capaci di contrastare il danno neurologico indotto dalla malattia - almeno nella porzione legata all'infiammazione.

7 novembre 2022 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us