Salute

Buone notizie sul fronte dell'AIDS

Il trapianto di midollo colleziona altri due successi nella cura dell'HIV.

Daniel Kuritzkes, il ricercatore del Brigham and Women's Hospital di Boston che ha trapiantato il midollo osseo di due pazienti ammalatisi anche di leucemia rispettivamente tre e cinque anni fa, ha comunicato ieri, durante l'International AIDS society conference di Kuala Lampur in Malesia, che entrambi i pazienti sembrano essere in remissione: uno ha sospeso la terapia antivirale da 15 settimane e l'altro da 7, e per ora gli esami non hanno rivelato in nessuno dei due tracce del Dna o dell'RNA virale.

Daniel Kuritzkes ha avvertito che è ancora troppo presto per definire "guariti" i due pazienti: il virus potrebbe essersi nascosto da qualche parte, per esempio nel cervello o nell'intestino, zone in cui può stare immobile per decenni, ma anche riattivarsi. Ma, ha precisato, i risultati sono "incoraggianti".

La terapia dei pazienti di Boston è stata leggermente diversa da quella del paziente di Berlino (vedi La guida per capire le buone notizie sul fronte della lotta contro l'HIV) che da 6 anni ha sospeso la terapia antiretrovirale e continua a stare bene: a lui erano state somministrate cellule staminali geneticamente resistenti all'infezione prelevate da un donatore che aveva questa caratteristica, e quindi ha "ereditato" un sistema immunitario che non può infettarsi.

Se invece funziona il trapianto effettuato sui due pazienti di Boston, significa che la terapia antivirale è sufficiente a proteggere dall'infezione le cellule trapiantate del donatore e, nel frattempo, la reazione del sistema immunitario trapiantato contro il sistema immunitario vecchio (graft versus host disease) è in grado di fare pulizia delle vecchie cellule infettate.

Purtroppo il trapianto di midollo è una terapia ad alto rischio e non può quindi essere estesa a tutti i pazienti malati di Aids, ma può essere estesa a tutti i pazienti che nel frattempo contraggono anche malattie onco-ematologiche.

4 luglio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us