Salute

Il robot che ti nuota nelle vene

Un robot grande come una formica e capace di nuotare nelle vene dei pazienti apre le frontiere a un nuovo tipo di medicina. (Franco Severo, 9 luglio 2009)

É più piccolo di un chicco di riso, ma presto potrebbe diventare uno tra i più grandi e precisi chirurghi del mondo. Sviluppato in Israele dai ricercatori della Technion University, il microdottore è in grado di nuotare e muoversi all’interno delle vene del paziente per diagnosticare (e in futuro anche curare) tumori e pericolose ostruzioni.
A spasso per l'aorta. Il robot è davvero minuscolo, meno di un millimetro di diametro, e per questo non può avere né un motore né dei comandi: viene fatto muovere all’interno del sistema circolatorio del paziente grazie ad un campo magnetico applicato dall’esterno. Le sue zampette gli permettono di aggrapparsi alle pareti dei vasi sanguigni e resistere così alla forza del flusso circolatorio. La micromacchina può muoversi alla rispettabile velocità di 9 mm al secondo e non avendo il motore non ha problemi di autonomia o di durata delle batterie.
Tecno-medici da ingoiare. Al momento il robot non è in grado di fare altro che nuotare ma i ricercatori stanno lavorando per equipaggiarlo con micro telecamere e micro strumenti chirurgici. Tra le applicazioni più probabili ci sarà la veicolazione di farmaci e l’identificazione di ostruzioni venose. Già lo scorso anno un team di scienziati del Fraunhofer Institute of Biomedical Engineering aveva messo a punto la telecamera da ingoiare per effettuare la gastroscopia.
Fai un giro nello zoo degli animali-robot

9 luglio 2009
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us