Salute

Il primo passeggero di SpaceX: un super batterio

La compagnia si prepara a lanciare sulla ISS colonie di Staphylococcus aureus resistenti alla meticillina, per accelerarne lo sviluppo in microgravità e prevederne l'evoluzione.

SpaceX si prepara a inviare sulla Iss un regalo di San Valentino molto particolare: il 14 febbraio un Falcon 9 spedirà sulla stazione spaziale alcune colonie di Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA), ceppi di super batteri particolarmente letali, perché resistenti ai più comuni antibiotici.

Un ceppo di Staphylococcus aureus. Quando sviluppa una resistenza agli antibiotici beta-lattamici (penicilline e cefalosporine), il batterio viene classificato con la sigla MRSA (Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus). © Visuals Unlimited/Nature Picture Library/contrasto

Uno sguardo al futuro. I microbi saranno coltivati nel modulo scientifico statunitense della base nell'ambito di un progetto della Nasa, che vuole sfruttare la microgravità per accelerarne il metabolismo. Passate ricerche hanno infatti dimostrato che nello Spazio crescita, mutazioni e trend di popolazione dei batteri sono simili a quelli terrestri, ma più veloci.

Giocare d'anticipo. La microgravità rende pìù attive alcune proteine metaboliche, e le radiazioni spaziali, in dosi contenute, possono alterare l'attività di alcuni geni (come dimostrato anche dallo studio sui gemelli Kelly). La compagnia di biotecnologie Nanobiosym ha sviluppato uno speciale scanner, chiamato Gene-RADAR, che rivelerà come due particolari ceppi di batteri MRSA cambino in microgravità: sarà un'opportunità preziosa per osservarne le mutazioni in anticipo, e attrezzarsi a rispondere farmacologicamente a questi cambiamenti nel caso avvengano anche sulla Terra.

11 febbraio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us