Il piatto intelligente che riconosce i cibi

Attraverso fotocamere e sensori di peso, SmartPlate è in grado di riconoscere gli alimenti e calcolare le calorie e i principi nutritivi che contengono.

smartplate_1
SmartPlate è in grado di riconoscere gli alimenti e calcolare le calorie che contengono.|Fitly

Anche usando bilance, calcolatori, tabelle e app, capire esattamente quanto cibo abbiamo nel piatto e quante calorie contenga assomiglia sempre a un calcolo alchemico. E se invece fosse il piatto stesso a fornire tutte le informazioni su quello che stiamo per mangiare, in modo preciso e automatico? È quanto si propone di fare SmartPlate, in fase di sviluppo presso l'americana Fitly: un dispositivo "intelligente" nato sull'onda dell'attenzione sempre maggiore alla salute (e della tendenza recente a mettere sensori ovunque).

 

Fotocamere e algoritmi. SmartPlate è diviso in tre superfici separate, su ciascuna delle quali è possibile appoggiare un tipo di cibo diverso: per esempio una fettina di petto di pollo, broccoli e patate. Ogni "compartimento" è dotato di una bilancia di precisione e di una minuscola fotocamera integrata: il peso e la foto dell'alimento vengono inviati a un database online (attraverso lo smartphone), che nel giro di pochi secondi analizza le informazioni, riconosce il cibo e calcola calorie e principi nutritivi della porzione.

 

L'app abbinata al prodotto, inoltre, tiene traccia di cosa e quanto abbiamo mangiato, in una sorta di diario dei pasti che può rivelarsi molto utile per chi sta seguendo diete particolari – non solo per la perdita di peso, ma anche ad esempio per una specifica preparazione sportiva o per regimi alimentari legati a una patologia.

 

 

Anche La forma è importante. Un altro aspetto interessante è quello della percezione della quantità di cibo servita: più il piatto è grande, più ridotte sembrano le porzioni, con il risultato che tendiamo a mangiare un surplus rispetto a quanto è necessario per un'alimentazione corretta. Stando a quanto raccontano quelli di Fitly, nel corso degli ultimi decenni il diametro dei piatti è andato aumentando di oltre il 30% fino a raggiungere una media di 30 centimetri. Anche il colore di fondo fa la differenza, perché una tonalità scura riduce il contrasto e non permette di quantificare chiaramente il cibo. Ecco perché SmartPlate è bianco, misura 25 centimetri e ha la forma di un supercerchio (ossia una figura che unisce quadrato e cerchio), che produce l'illusione di dimensioni maggiori.

 

SmartPlate è attualmente in fase di finanziamento su Kickstarter; sarà disponibile nell'estate del 2016. Un'avvertenza: non mettetelo nel microonde.

 

Carnivori vs Vegetariani è il tema di copertina del numero 271 di Focus, in edicola fino al 20 maggio 2015 e in digitale per sempre su diverse piattaforme: iOS - Android - Amazon - Zinio (web).
Vi spiega perché il cibo è (anche) uno scontro ideologico e vi guida (superando le ideologie) alla scelta della dieta più salutare. Lo puoi acquistare da solo o insieme alla guida all'alimentazione: le diete per stare bene, curarsi, vivere più a lungo, stare in forma.
10 Maggio 2015 | Filippo Ferrari