Salute

Il nuovo coronavirus è arrivato nell'Africa subsahariana

Il primo caso di nuovo coronavirus registrato nella popolosa Nigeria è quello di un cittadino italiano rientrato a Lagos dopo aver visitato Milano.

Il coronavirus raggiunge l'Africa subsahariana, e lo fa attraverso un cittadino italiano. Il Ministro Federale della Salute nigeriano ha riferito che un cittadino italiano che lavora nel Paese è stato trovato positivo al virus SARS-CoV-2 a Lagos il 25 febbraio, dopo aver soggiornato a Milano. Il paziente è clinicamente stabile e non mostra sintomi seri; al momento è ricoverato presso l'Infectious Disease Hospital di Yaba, non lontano da Lagos.

Timori fondati. La Nigeria è il più popoloso Stato africano, con oltre 200 milioni di abitanti. Le autorità sanitarie locali hanno rassicurato la popolazione dicendo che metteranno in campo tutte le risorse predisposte dall'inizio dell'epidemia in Cina per far fronte alla situazione. Nonostante gli intensi legami commerciali tra la Cina e molte nazioni africane, finora le uniche altre due conferme di nuovo coronavirus nel continente africano provenivano da Egitto e Algeria: anche in questo secondo caso, il contagio riguarderebbe un italiano. Da diverse settimane l'OMS esprime preoccupazione per un possibile arrivo dell'epidemia da COVID-19 in Africa. I timori riguardano le aree con sistemi sanitari ancora fragili o già alle prese con altre situazioni malattie infettive, come Ebola, febbre di Lassa, febbre gialla, morbillo, colera, listreriosi, malaria.

28 febbraio 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us