Il caffè rende più tolleranti

Sono mesi che provate farvi dare un aumento di stipendio dal capo ma lui proprio non ne vuole sapere? Provate con una tazzina di caffè… Bevuta al momento giusto potrebbe fargli cambiare idea. Secondo alcuni scienziati australiani, infatti, la caffeina migliora la capacità di cambiare il proprio punto di vista, o almeno di comprendere meglio quello degli altri.

Diversi studi dimostrano che un paio di tazzine migliorano l'attenzione e l'attività cognitiva. Ma ora Pearl Martin dell'Università del Queensland in Australia e il suo team hanno scoperto che con il caffè si può addirittura cambiare opinione.
A 150 volontari è stato chiesto di scrivere su un foglio le proprie idee sull'eutanasia. Poi ad alcuni partecipanti sono stati somministrati, a loro insaputa mischiati dentro un bicchiere di succo di frutta, 200 milligrammi di caffeina. Dopo quaranta minuti - quando l'effetto della caffeina raggiunge il picco - ciascun volontario ha letto un testo con argomentazioni sull'eutanasia diverse e contrarie alle sue.
I volontari che avevano assunto caffeina erano molto più disposti a cambiare il proprio punto di vista di quelli che non l'avevano presa.

I ricercatori, inoltre, hanno distratto alcuni tra i “caffeinizzati” durante la lettura con altri compiti, come eliminare delle lettere dal testo oppure riconoscere alcuni suoni. E curiosamente, nonostante l'effetto positivo della caffeina, i “distratti” costretti a dedicarsi a più attività contemporaneamente erano meno aperti verso le opinioni altrui.
Questo dimostrerebbe che non si capiscono gli altri se non si pone la giusta attenzione a quello che dicono. E il caffè, migliorando le capacità mentali e la concentrazione, potrebbe aiutarci a farlo.

06 Giugno 2006