Salute

HIV, in 15 anni un vaccino?

Per Bill Gates, che ha parlato del tema al Forum Fconomico Mondiale di Davos, il trattamento per prevenire nuovi casi di infezione potrebbe essere realtà entro il 2030.

C'è ancora molta strada da fare, ma il virus dell'HIV potrebbe ricevere un assestato colpo di grazia nel giro di 5 lustri. Entro 15 anni potrebbero essere disponibili un vaccino per prevenire nuovi casi di contagio, e cure più efficaci per i trattamenti a lungo termine. È quanto ha affermato il fondatore di Microsoft Bill Gates nel corso del Forum Economico Mondiale tenutosi a Davos dal 21 al 24 gennaio.

Impegno sul campo. Gates parla da filantropo e non da scienziato, ma è comunque ben informato: da 15 anni la sua Bill & Melinda Gates Foundation è impegnata nel sostegno economico di progetti per la sensibilizzazione sui temi della prevenzione, per la diagnosi precoce e la disponibilità di farmaci nei paesi più colpiti dall'HIV, in particolare nell'Africa subsahariana.

il fulcro dell'epidemia. Proprio in quell'area andranno intensificati gli sforzi: con l'avvento di un vaccino o una cura, il numero di persone con accesso a un trattamento contro l'HIV in Africa subsahariana potrebbe finalmente arrivare a superare il numero di nuovi contagi. «Quando raggiungeremo quel punto nella regione a più alta densità di trasmissioni nel mondo, il numero di casi inizierà a calare in tutto il pianeta per la prima volta dalla scoperta della malattia 30 anni fa» ha scritto la coppia nella lettera annuale sul lavoro della fondazione.

Non solo hiv. Nonostante i recenti progressi nella sperimentazione, un vaccino contro l'HIV non è ancora disponibile. Ma Gates si è detto «ottimista» su questo punto, tanto quanto sul futuro della lotta alla malaria. La casa farmaceutica GlaxoSmithKline ha presentato la richiesta di autorizzazione del primo vaccino antimalarico nel luglio 2014.

«Non vedremo la fine dell'Aids - ha concluso Gates - ma avremo gli strumenti per ridurre il 95-100% dei casi di Aids e malaria. Saranno messi a punto nei prossimi 15 anni».

27 gennaio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us