Salute

HIV: contrastare una proteina potrebbe regalare una migliore qualità di vita

Nella Giornata Mondiale contro l'AIDS una ricerca che potrebbe ridurre le patologie concomitanti nelle persone con HIV, migliorandone la salute.

La continua attivazione del sistema immunitario nelle persone che vivono con l'infenzione da HIV provoca uno stato di infiammazione cronica che può innescare danni anticipati e amplificati ai sistemi cardiovascolari, nervoso, ai reni e alle ossa. Nella Giornata mondiale contro l'AIDS (World AIDS Day) che si celebra il 1 dicembre, una ricerca punta a migliorare la qualità di vita di questi pazienti, combattendo la causa di queste patologie concomitanti.

Patologie concomitanti. Ora che disponiamo di farmaci per sopprimere la replicazione e la carica virale dell'HIV, la gestione delle malattie associate all'infezione (comorbidità) è una delle principali sfide per chi si occupa della lotta contro l'AIDS.

Parliamo di tumori, epatiti croniche, problemi cardiovascolari, disturbi neurocognitivi, osteoporosi: «Queste comorbidità insorgono approssimativamente 15 anni prima nelle persone che vivono con HIV, una differenza che non si è assottigliata nell'ultimo decennio. Oggi non esiste un trattamento specifico per rallentare questo invecchiamento prematuro dovuto all'HIV» spiega Madeleine Durand, tra gli autori dello studio.

Una tossina nel sangue. Analizzando un database canadese - il Canadian HIV and Aging Cohort Study o CHACS - che include 850 persone con HIV e 250 soggetti di controllo, Durand e colleghi hanno dimostrato che esiste un collegamento tra l'infiammazione nell'organismo dei pazienti con HIV e i livelli di una proteina nel sangue chiamata gp120, che fa parte della chiave di accesso usata dall'HIV per infettare le cellule. 

Gli scienziati hanno misurato i livelli della proteina nel plasma di 386 pazienti seguiti nel database canadese, persone sopra i 40 anni, da tempo sieropositive, sotto terapia con farmaci antiretrovirali e con ormai una carica virale residua praticamente irrintracciabile. Eppure, la proteina è stata rintracciata nel sangue di più di un terzo di queste persone. «Dimostriamo che agisce come una tossina e che è associata a infiammazione cronica che porta a comorbidità» chiarisce Andrés Finzi, Professore dell'Università di Montréal e coautore dello studio. La ricerca è stata accettata per la pubblicazione sul Journal of Infectious Diseases.

Spegnere l'infiammazione. Il team è riuscito a contrastare l'attività della proteina gp120 in colture cellulari in vitro usando il Fostemsavir, un antiretrovirale già impiegato in pazienti con HIV resistenti a farmaci più tradizionali e che hanno ancora una carica virale rintracciabile. Dati i risultati incoraggianti, ora gli scienziati stanno progettando di testare il medicinale in uno studio clinico randomizzato e in doppio cieco, cioè che risponda al massimo degli standard di accuratezza e imparzialità, direttamente sui pazienti nel 2024.

L'obiettivo è capire se si possa contrastare l'infiammazione per ridurre il rischio di comorbidità in chi convive con l'HIV.

1 dicembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us